I segreti di Victoria? Ora senza ftalati

Comunicato stampa - 23 gennaio, 2013
“Detox”, la campagna di Greenpeace che chiede alle aziende della moda l’eliminazione degli scarichi delle sostanze tossiche dalla propria filiera entro il 2020, segna una nuova vittoria. Arriva finalmente anche l’impegno di “Limited Brands”, proprietaria dei noti marchi di biancheria intima “Victoria 's Secret” e “La Senza”.

“Limited Brands” è la quattordicesima azienda ad assumere un impegno credibile e la prima a garantire la totale eliminazione degli ftalati dai propri prodotti, impegnandosi alla stipula di contratti con fornitori che utilizzano formulazioni chimiche prive di questi composti pericol osi entro giugno 2013. Un recente rapporto di Greenpeace aveva rivelato la presenza di ftalati nei capi di biancheria di “Victoria 's Secret” venduti negli Stati Uniti.

“La concretezza dell’impegno di oggi ha trasformato “Limited Brands” da diavolo tossico ad angelo del Detox - commenta Chiara Campione, responsabile di campagna di Greenpeace Italia - ci assicureremo che all’ambizioso impegno dell’azienda seguano azioni concrete.”

Come primo passo, “Limited Brands” fornirà entro la fine del 2013 i dati sulle sostanze tossiche scaricate dall’’80 per cento della sua intera catena di approvvigionamento, incrementando il processo di trasparenza che è in atto nel settore grazie alla campagna “Detox”. Questo garantirà alle comunità locali in tutto il mondo, colpite sempre più duramente dall’inquinamento delle risorse idriche, il diritto di sapere cosa viene scaricato nei corsi d’acqua.

“La nostra azienda  è consapevole che l’accesso all’acqua pulita è un problema globale ed è orgogliosa di unirsi a Greenpeace nella sua campagna per eliminare il rilascio di sostanze chimiche pericolose" ha dichiarato Sam Fried, vicepresidente esecutivo di “Limited Brands”, che ha anche fornito una data precisa anche per l’eliminazione dei PFC (perfluorocarburi), impegnandosi a un divieto totale entro luglio 2015. Questo varrà per tutti i marchi “Limited Brands” e per tutti i
prodotti distribuiti in circa 3.000 negozi in tutto il mondo.

“La campagna  “Detox” ha visto l’adesione finora di tantissimi marchi globali della moda. Che aspettano gli altri ad impegnarsi per una moda libera da sostanze tossiche?” conclude Campione.

Per ulteriori informazioni:
http://www.limitedbrands.com/responsibility/our_responsibility.aspx

Leggi il rapporto di Greenpeace International
http://www.greenpeace.org/international/en/publications/Campaign-reports/Toxics-reports/Big-Fashion-Stitch-Up

Note:
Gli ftalati sono comunemente utilizzati per le proprietà ammorbidenti e sono presenti in alcuni coloranti. Alcuni ftalati, come il DEHP (Bis(2- etilesil )ftalato), sono dannosi per la riproduzione dei mammiferi e possono interferire nello sviluppo ormonale durante i primi anni di vita.  I PFC (perfluorocarburi) sono sostanze chimiche ampiamente utilizzate dall'industria per la loro capacità di fornire al tessuto proprietà idrorepellenti e antimacchia. Queste sostanze interferiscono con la funzionalità epatica e alterano gli equilibri ormonali.

Categorie