La rivoluzione dell'efficienza

Pubblicazione - 4 marzo, 2008
Questo rapporto, commissionato da Greenpeace al gruppo eERG del Politecnico di Milano, rappresenta un vero e proprio studio di fattibilità dell'obiettivo del 20 per cento di aumento dell'efficienza per quanto riguarda gli usi finali dell'elettricità in l'Italia. I risultati di questo studio sono molto promettenti, anche se i valori di risparmio energetico presi in considerazione sono ampiamente sottostimati.

Download document

Executive summary:

Il quarto rapporto dell'IPCC conferma che la principale sfida ambientale del ventunesimo secolo è quella del clima globale. Per mantenere l'aumento del riscaldamento entro il limite dei 2°C - limite oltre il quale i rischi di un collasso degli ecosistemi sono elevatissimi - vanno attuate riduzioni delle emissioni di gas serra dell'ordine del 60-80 per cento entro il secolo.

Serve quindi una vera e propria rivoluzione dell'energia. E l'efficienza è alla base di questa rivoluzione, perchè solo un aumento significativo dell'efficienza con cui usiamo e produciamo energia può consentire alle fonti rinnovabili di veder crescere in modo rilevante il loro contributo al fabbisogno globale di energia.

Questo studio ci presenta una buona notizia: esiste in Italia un potenziale di efficienza ampiamente ottenibile entro il 2020 e superiore al 20 per cento che, se realizzato, produrrebbe benefici economici netti. Per realizzare il potenziale economicamente conveniente occorrerebbero, nel complesso, investimenti in tecnologie e programmi per circa 80 miliardi di euro - 5,7 miliardi/anno circa negli anni dal 2007 al 2020 - con un beneficio economico che si protrarrà nel tempo fino al 2040. Ci sarebbe anche una ricaduta occupazionale che viene stimata nell'ordine dei 60.000 posti di lavoro in 14 anni (valore medio).

Con l'efficienza energetica È possibile tagliare 50 milioni di tonnellate di CO2 rispetto allo scenario tendenziale. Il rapporto individua tecnologie e settori, costi e benefici, identifica le barriere che non consentono un uso più efficiente dell'energia e fornisce indicazioni per il loro superamento.

Questo studio condensa dati, informazioni e elaborazioni tecniche che il gruppo eERG del Politecnico di Milano ha sviluppato sin dal 1996 in diversi studi condotti in campo internazionale e italiano.

Num. pages: 60