AGGIORNAMENTO 13 DICEMBRE:
Levi's dice sì a Detox. Leggi come...

Motivi per liberare Levi's dalle sostanze tossiche

  1. Verità: alcuni jeans e magliette a marchio Levi's contengono sostanze chimiche potenzialmente pericolose che a contatto con l'ambiente possono trasformarsi in composti tossici..
  2. Speranza: il progetto Levi's Waterless, per la produzione di jeans a risparmio idrico, dimostra che l'azienda sa quanto sia preziosa l'acqua pulita.
  3. Urgenza: nei fiumi dove i fornitori di Levi's riversano le acque di scarico sono stati trovati composti tossici che alterano il sistema ormonale.
  4. Impatto: Levi's è la più grande azienda di jeans, con fornitori in tutto il mondo. Se eliminerà le sostanze tossiche, farà la differenza per moltissime persone.
  5. Know-how: Levi's ha già una politica sulle sostanze chimiche, incentrata sulla gestione di quelle pericolose ma non sulla loro eliminazione. Levi's ha le conoscenze giuste per cambiare sul serio, senza dover ricorrere a strategie di green-washing.
ENTRA IN AZIONE

QUESTO MOMENTO È PERFETTO

Dicono che puoi capire quale sarà il colore di tendenza della prossima stagione guardando i fiumi del Messico e della Cina. Questo perché i grandi marchi di moda come Levi's utilizzano coloranti e sostanze chimiche potenzialmente tossici per produrre i nostri vestiti.

Ma non deve essere per forza così.

Nel mondo, centinaia di migliaia di persone sono riuscite a convincere Zara - il più grande rivenditore di capi d'abbigliamento - a ripulire la propria filiera produttiva dalle sostanze tossiche.

Levi's è il primo produttore di jeans, ma non ha ancora preso un impegno credibile e ambizioso con la campagna Detox.

E' la sua occasione per essere audace. Prendere una posizione. Dimostrare che è un vero leader e fare le differenza.

Unisciti agli amanti del fashion, attivisti, modelli e designer per chiedere a Levi's di eliminare le sostanze tossiche!

ENTRA IN AZIONE