Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

L’arte aiuta concretamente il mare!

Aggiungi un commento
News - 18 maggio, 2015
Inaugurata a Talamone, in Toscana, “La Casa dei Pesci”, il primo parco artistico sottomarino per contrastare la pesca illegale e dare un nuovo habitat ai pesci.

Ecco una soluzione concreta al problema della pesca a strascico illegale sotto costa, che da anni devasta questo meraviglioso tratto di mare: opere d'arte, create con blocchi di risulta di marmo scolpiti da artisti di fama internazionale come Emily Young, Giorgio Butini, Massimo Catalani e Massimo Lippi, che bloccano le reti a strascico illegali.

Ideato da un pescatore toscano, Paolo Fanciulli, questo progetto è stato realizzato nell'ambito del progetto "La Casa dei Pesci" con il contributo di tanti cittadini e associazioni, fra cui Greenpeace. "La Casa dei Pesci", insomma, è un autentico segno di civiltà "dal basso": sono stati i pescatori onesti e i cittadini a mobilitarsi per proteggere i fondali.

Adesso devono muoversi però le autorità di controllo locali e il Ministero delle Politiche Agricole, che avrebbero il compito di contrastare la pesca illegale.

MOBILITATI ANCHE TU per dare un futuro al meraviglioso mondo sott’acqua: FIRMA ORA l'appello InNomeDelMare per chiedere di eliminare la pesca eccessiva!

Se vuoi saperne di più, visita la nostra sezione dedicate alla pesca sostenibile

Categorie
Non ci sono commenti Aggiungi commento

Invia un commento 

Per inviare un commento devi essere registrato.