Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Amazzonia in fiamme. In diretta sul Web

News - 27 agosto, 2008
Oggi alle 16.00 Greenpeace - con un sistema di webcam - trasmetterà in diretta le immagini degli incendi nella Foresta Nazionale di Jamanxin nel sud dello Stato del Parà. Gli attivisti affronteranno le fiamme per denunciare la forma più devastante e aggressiva di distruzione: ogni anno, durante la stagione secca, ampi tratti di foresta amazzonica vanno in fumo a causa degli incendi forestali.

Amazzonia in fiamme

Gli attivisti, tra cui un italiano, stanno perlustrando con un aeroplano Cessna e con due jeep blindate le aree forestali colpite dagli incendi. Le immagini verranno trasmesse in streaming per 30 minuti dato l'alto rischio dell'operazione sia per le fiamme che per le reazioni dei colpevoli colti in flagranza di reato.

L'area più colpita da questo fenomeno è la Foresta Nazionale di Jamanxim, 1,3 milioni di ettari di area protetta, creata per decreto presidenziale nel febbraio del 2006. In quest'area le uniche attività consentite dalla legge sono l'uso responsabile delle risorse naturali attraverso attività di gestione forestale sostenibile. Eppure nel solo mese di agosto sono stati registrati a Jamanxin 111 incendi di varia entità. Tutti questi incendi sono provocati da attività antropiche e non sono di origine spontanea.

Un tratto di foresta bruciata diventa una superficie disponibile per l'allevamento bovino

La deforestazione, a livello globale, è responsabile del 20% delle emissioni di gas serra. Se si considera il solo Brasile va anche peggio: il 75% delle emissioni del paese sono causate dalla deforestazione del polmone amazzonico. Gli incendi in Amazzonia non fanno che accelerare i cambiamenti climatici e minacciare la sopravvivenza delle popolazioni locali e la biodiversità.

L'Amazzonia va in fumo e i governi sembrano ignorare questo disastro ambientale. Greenpeace sta correndo questo rischio affinché con gli occhi di tutto il mondo puntati addosso chi ha il potere di decidere adotti subito le giuste misure per proteggere il polmone verde del Pianeta.

Categorie