Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Proteggiamo le Bocche di Bonifacio!

News - 20 luglio, 2009
La Rainbow Warrior, la nostra nave ammiraglia, navigherà tra la Corsica e la Sardegna dall'1 al 4 agosto per chiedere la tutela delle Bocche di Bonifacio. Il 3 si terrà a bordo un incontro con sindaci e autorità locali per firmare un Appello, a difesa di questo ecosistema, rivolto ai ministri dell'Ambiente di Francia e Italia.

La nave ammiraglia Rainbow Warrior.

Le Bocche di Bonifacio sono un'area di mare soggetta a forti correnti e a venti talvolta impetuosi. Ogni anno vi transitano tremila imbarcazioni cargo: il dieci per cento di esse trasporta sostanze pericolose. Italia e Francia hanno vietato nelle Bocche il transito di navi con carichi a rischio, ma purtroppo, tale divieto non si applica a tutte le altre bandiere. Le Bocche si trovano, inoltre, all'interno del Santuario dei Mammiferi Marini "Pelagos", un'area di mare compresa tra Costa Azzurra, Toscana e Nord della Sardegna.

Per difendere tale ecosistema nell'Appello a Italia e Francia chiediamo:

- l'adozione di sistemi di tutela efficaci, quali l'inserimento dello stretto nell'elenco delle PSSA (Aree Marine Particolarmente Sensibili) per vietare il transito di carichi pericolosi. A questo proposito, Italia e Francia devono negoziare una proposta da presentare all'Organizzazione Marittima Internazionale (IMO);

- l'avvio del progetto del Parco Marino Internazionale sardo-corso delle Bocche di Bonifacio, con la partecipazione di tutti gli attori sociali coinvolti;

- l'efficace protezione del Santuario dei Mammiferi Marini mediante l'adozione di adeguati piani di gestione.

Dopo la firma dell'Appello, la Rainbow Warrior veleggerà simbolicamente nello stretto accompagnata da una flottiglia di imbarcazioni "amiche". Invitiamo club nautici e imbarcazioni private dalla Corsica e dalla Sardegna a seguirci in questa veleggiata e a manifestando il loro sostegno per proteggere le Bocche.

Con una lettera abbiamo invitato a firmare l'Appello - a bordo della Rainbow Warrior - i Sindaci del Comune di Santa Teresa di Gallura, di Palau, di Arzachena, di Golfo Aranci e di La Maddalena, l'Assessore all'Ambiente della Provincia Olbia-Tempio, l'Assessore per la Difesa dell'Ambiente della Regione Autonoma della Sardegna e il Presidente dell'Ente Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena.

Bookmark and Share

Categorie