Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Assolti 7 attivisti di Greenpeace per blocco treno di scorie radioattive

Comunicato stampa - 26 giugno, 2009
Gli attivisti di Greenpeace, che il 14 febbraio 2005 avevano bloccato a Chivasso il treno di scorie radioattive destinate al riprocessamento nell'impianto inglese di Sellafield, sono stati assolti. Secondo la sentenza, il fatto non costituisce reato, avendo agito al fine di tutelare la salute degli abitanti lungo l'intera tratta ferroviaria dalla stazione di partenza a quella di arrivo del convoglio. La sentenza segue quella già emessa dal Tribunale di Vercelli nei confronti di altri 12 attivisti nel marzo 2007, relativa a un altro momento della stessa protesta.

Il treno bloccato da Greenpeace, con il suo carico di scorie radioattive, parcheggiato nella stazione di Chivasso.

"La sentenza conferma la fondatezza della protesta basata sui rischi del trasporto delle scorie inviate al ritrattamento che è un'opzione assai discutibile essendo mirata all'estrazione di plutonio, elemento essenziale per le bombe" commenta Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace.

Categorie