Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Greenpeace: atteggiamento Italia da killer del clima

Comunicato stampa - 4 dicembre, 2008
“L’Italia è l’unico Paese a bloccare il pacchetto sulle energie rinnovabili. Il suo voto contrario dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che il governo italiano è contro le politiche di salvaguardia del clima. – sostiene Giuseppe Onufrio, Direttore delle campagne di Greenpeace - Per salvaguardare gli interessi di qualche settore industriale, che certamente non esiste solo in Italia, il governo Berlusconi sta sabotando il pacchetto energia e anche il negoziato internazionale”.

"E' chiaro che indebolendo la posizione europea si indebolisce il negoziato internazionale in cui l'UE ha un ruolo chiave. - continua Onufrio - E' un uso privatistico del potere: il potenziale economico e occupazionale delle fonti rinnovabili è ampio anche in Italia, ma non viene tenuto in nessun conto. La parodia del taglio degli incentivi per le ristrutturazioni energetiche mostra solo un'arrogante indifferenza ai temi su cui si gioca un futuro sostenibile".

Notes: Video virale Greenpeace, le false promesse dei leader politici http://it.youtube.com/watch?v=RcHlKKfgncA

Categorie