Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Riso ogm illegale dilaga nelle principali città cinesi

Comunicato stampa - 12 giugno, 2005
Greenpeace ha scoperto riso Ogm illegale a Guangzhou, la maggiore città del sud della Cina: l'episodio solleva dubbi sull'ampiezza della contaminazione genetica del riso che ormai riguarda le principali città cinesi. Le autorità cinesi avevano annunciato che avrebbero condotto un'indagine sullo scandalo, ma sembrache nessuna azione sia stata intrapresa. E la contaminazione si estende.

Contaminazione ogm: riso ogm illegale in Cina.

Greenpeace ha scoperto riso Ogm illegale a Guangzhou, la maggiore città del sud della Cina: l'episodio solleva dubbi sull'ampiezza della contaminazione genetica del riso che ormai riguarda le principali città cinesi. Alcune settimane fa Greenpeace aveva scoperto che riso Ogm Bt illegale veniva coltivato nella provincia di Hubei. Le autorità cinesi avevano annunciato che avrebbero condotto un'indagine sullo scandalo, ma sembrache nessuna azione sia stata intrapresa, mentre la contaminazione si estende. "Dobbiamo bloccare immediatamente questo riso Ogm Bt che potrebbe causare reazioni allergiche, come è già accaduto nei topi. Circa 29 tonnellatedi semi sono state vendute nell'Hubei quest'anno ed al momento del raccolto potremmo trovarci con 14.500 tonnellate di riso Ogm se questa conyaminazione non viene immediatamente bloccata" afferma Federica Ferrario, campagna Ogm di Greenpeace. I ricercatori di Greenpeace hanno raccolto campioni dai negozianti di Guangzhou e due campioni si sono rivelati positivi all'esame per laricerca della modificazione genetica svolto in Germania.

La notizia sta scatenando preoccupazioni tra i Paesi importatori di riso, tra cui Giappone, Corea e Commissione Europea, che temono la contaminazione delle partite di riso destinate all'esportazione. "A marzo il maggiore importatore al mondo di riso, Riceland, ha chiesto agli Stati Uniti di sospendere gli esperimenti sul riso Ogm, per il rigetto di questi prodotti espresso dai consumatori di tutto il mondo" conferma Ferrario.Anche in Cina aumenta la preoccupazione sul riso geneticamente modificato: una ricerca di mercato condotta da Greenpeace a marzo mostra che il 73% dei consumatori di Guangzhou, Pechino e Shanghai preferirebbero il riso tradizionale a quello Ogm. Dalla ricerca svolta da Greenpeace sono emerse anche informazioni sulla fonte della contaminazione. Semi di riso Ogm venivano introdotti sul mercato come prodotto della "New Technology Company of Huazhong Agriculture University", quest'azienda appartiene alla stessa Università che conduce i test in campo aperto nella provincia di Hubei. Greenpeace sollecita il governo cinese ad agire immediatamente al fine di eliminare la presenza di riso transgenico dai campi e dalla catena alimentare, e di prendere adeguati provvedimenti contro i ricercatori che sono responsabili di giocare alla roulette russa con uno dei principali cibi alla base dell'alimentazione.

Categorie
Tag