Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

L'ultimo parquet. Il caso del merbau.

Pubblicazione - 4 maggio, 2007
La domanda di parquet di lusso cresce e con essa fanno la loro comparsa sul mercato sempre nuove specie. Nuove mode vengono alla ribalta. Colori, venature e caratteristiche tecniche per tutti i gusti, ma pochi si domandano quali siano le conseguenze ambientali di queste nuove mode. La grande disponibilità sul mercato sembra suggerire che si tratti di specie molto diffuse. Non sempre è così. Spesso si tratta di specie rare o minacciate, che vengono da paesi nei quali i controlli sono scarsi e ulteriormente annacquati da istituzioni corrotte o autoritarie. È il caso del merbau, un albero che cresce nelle Foreste del Paradiso. Greenpeace ha svolto una ricerca sul mercato italiano, da cui emerge che circa la metà dei fornitori di parquet offre il merbau nel proprio listino.

Download document

Executive summary:

La crescente domanda di parquet di lusso in Italia, negli Stati Uniti, in Cina, Giappone e Australia, sta portando il merbau all'estinzione. Nell'Isola della Nuova Guinea, la caccia a questo legno ha scatenato taglio illegale e operazioni distruttive, una devastante corsa al saccheggio di angoli dimenticati di paradiso che mette a rischio anche le numerose specie animali e vegetali che abitano le foreste di merbau.

Le grandi multinazionali malesi guidano l'assalto. Una parte significativa del merbau viene poi commercializzata come prodotto finito o semilavorato attraverso la Cina, ma le rotte del contrabbando passano anche attraverso l'Indonesia e la Malesia. E terminano ai nostri piedi.

Per combattere il traffico illegale del merbau è necessario che i governi dei paesi coinvolti si dotino di strumenti di controllo efficaci. Ma questo non basta. Fino a quando la richiesta di mercato continuerà a premiare il commercio del merbau, sarà difficile arginare le illegalità e le pratic. Inoltre la caccia al merbau, legale o illegale, sta velocemente portando questa specie all'estinzione. Eliminare un'intera specie, distruggendone l'habitat, solo per avere un legno in più nel proprio campionario... è davvero necessario? Il mercato ha il diritto di sfruttare la natura a qualsiasi prezzo e fino all'ultimo albero? È il momento di fermare questa distruzione e limitare le importazioni di merbau. Se aspettiamo ancora sarà troppo tardi.

Num. pages: 6

Tag