Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Carenza di vitamina A: diverse le cause, diverse le soluzioni [ in inglese ]

Pubblicazione - 17 marzo, 2005
Il 40% circa della popolazione mondiale è affetta da VAD [ carenza di vitamina A ]. Tra le categorie più esposte ci sono i bambini piccoli e le donne in gravidanza o durante l'allattamento. Questo rapporto indica le diverse soluzioni al problema, che non richiede necessariamente un approccio farmacologico: molto più efficaci, nel lungo termine, sarebbero infatti i programmi di educazione alimentare e la diffusione degli orti domestici.

Download document

Executive summary: Il 40% circa della popolazione mondiale è affetta da VAD [ carenza di vitamina A ]. Molte delle persone affette da carenza di vitamina A e/o da carenza di minerali [ VMD ], pur avendo cibo a sufficienza, hanno una alimentazione povera di vitamine e di micronutrienti fondamentali come il ferro, lo iodio o il calcio.

La carenza di vitamina A colpisce in modo particolare i bambini piccoli e le donne durante la gravidanza o il periodo di allattamento, causando altre malattie tra le quali la cecità permanente.

La VAD può essere contrastata con diversi metodi basati sia sull'impiego di medicinali, che sull'arricchimento del regime alimentare: la coltivazione degli orti casalinghi, l'incremento della varietà dei cibi, l'arricchimento vitaminico dei cibi e l'uso di integratori vitaminici. Attualmente si registrano risultati promettente in nazioni come il Bangladesh, l'Indonesia, il Vietnam, il Nepal e le Filippine dove pare possa essere combattuta la cecità irreversibile dei bambini.

In molti paesi sono stati organizzati dei programmi nazionali di somministrazione di Vitamina A rivolti ai bambini. Questi programmi sono sicuramente utili per contrastare la VAD nel breve termine e nelle sue forme più acute; nel lungo termine, tuttavia, sono altre le strade da seguire per arginare in modo capillare il problema della carenza di vitamina A e, tra tutte, i programmi di educazione alimentare e di incentivazione alla coltivazione degli orti domestici: una volta impiantati, gli orti forniscono infatti a tutta la famiglia una varia gamma di cibi per tutto l'anno.

La coltivazione di piccoli orti e l'allevamento di animali condotto su piccola scala ha dimostrato di poter migliorare le condizione di salute di madri e bambini.

L'obiettivo della lotta alla VAD non è trovare un trattamento medico efficace, ma semplicemente combattere la VAD e, insieme a questa, le altre carenze alimentari. Contrastare la VAD con gli orti domestici significa creare sistemi sostenibili che garantiscono sicurezza e varietà alimentare, proteggendo l'agro-biodiversità.

Num. pages: 13

Categorie
Tag