#thekingisnaked

Abiti per bambini pieni di sostanze chimiche pericolose per l'ambiente e la salute di tutti... Unisciti a noi: a Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce&Gabbana un impegno DETOX!

Per aderire a questa campagna e ricevere informazioni sulle altre attività di Greenpeace, compila il form.

Greenpeace tutela la privacy

-  Firme-

Non importa quanto costa un vestito o cosa dice l'etichetta, Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana ci stanno mentendo. Basta bugie, chiediamo un impegno Detox adesso!

Aiutaci a scrivere il lieto fine di questa storia. Chiedi a Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana di mostrarci di che stoffa sono fatti.

Il futuro non è una moda passeggera! Chiedi a Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana di agire ora e fermare questa tendenza tossica!

Per aderire a questa campagna e ricevere informazioni sulle altre attività di Greenpeace, compila il form.

Greenpeace tutela la privacy

L'ultima tendenza dell'Alta Moda? Abiti pieni di sostanze chimiche pericolose! Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana ci raccontano favole sui loro vestiti per bambini che nascondono un vero incubo tossico.

a Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana
una moda libera da sostanze chimiche pericolose

Per aderire a questa campagna e ricevere informazioni
sulle altre attività di Greenpeace, compila il form.

Greenpeace tutela la privacy

Made in Italy?

Amiamo la moda
Ma non le sue bugie

Scopri perchè

Un incubo chimico

Sostanze pericolose
Da Pechino a Milano

Scopri perchè

Non adatta ai bambini

Chiediamo un futuro
senza sostanze pericolose

Scopri perchè
#TheKingIsNaked
Perchè il re è nudo? >>

Made in Italy?

Amiamo la moda ma non le sue bugie.

Abiti di lusso prodotti con sostanze chimiche pericolose... Questo é il segreto dell'Alta Moda! Greenpeace ha svelato la verità dietro la bellezza: non importa quanto tu li paghi, questi vestiti nascondono un incubo tossico.

I risultati dell'ultimo rapporto di Greenpeace International parlano chiaro: molti di questi prodotti non sono come ce li raccontano. I livelli di composti chimici riscontrati non sono diversi da quelli trovati in vestiti più economici e in quelli sportivi.

La concentrazione di alcune sostanze (nonilfenoli etossilati - NPEs) in alcuni capi etichettati come "Made in Italy" può farci dubitare che questi siano stati interamente prodotti in Europa (scopri di più).

Marchi come Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana vendono incubi travestiti da fiabe!


Un incubo chimico Non adatto ai bambini

Un incubo chimico

Sostanze pericolose da Pechino a Milano.

L'industria tessile è una delle maggiori fonti di inquinamento dell'acqua nelle zone dove i nostri vestiti vengono prodotti, soprattutto nel Sud del mondo. Quello che viene scaricato nei corsi d'acqua in Cina arriva anche in Europa, nascosto nei vestiti che indossiamo e laviamo. Viviamo sullo stesso Pianeta: siamo tutti colpiti, che si acquisti o no prodotti di lusso!

Alcune di queste sostanze chimiche pericolose agiscono sul sistema ormonale e una volta rilasciate nell'ambiente possono provocare danni a bambini e adulti.

Il prezzo sul cartellino é irrilevante: anche l'Alta moda è parte di questa catena tossica. Questi marchi dettano le ultime tendenze, ma l'unica moda da seguire é quella che non fa male al Pianeta.


Made in Italy? Non adatto ai bambini

Non adatto ai bambini

Chiediamo un futuro senza sostanze pericolose

Tutti i bambini del mondo sono principi e principesse agli occhi dei loro genitori. Vogliamo il meglio per i nostri figli: che sia costoso o no, ogni loro abito deve essere privo di composti chimici.

Greenpeace ha acceso i riflettori su una scomoda verità: le sostanze chimiche pericolose che Versace, Louis Vuitton, Dior e Dolce & Gabbana usano per produrre i vestiti, vengono rilasciate nei fiumi, laghi e mari di tutto il mondo.

La cattiva notizia é che quest'incubo coinvolge tutti noi, la buona notizia è che insieme possiamo fare qualcosa per evitarlo.


Made in Italy? Un incubo tossico

Il report

Piccola storia di una bugia fuori moda

Un nuovo studio di Greenpeace rivela una realtà per niente di moda: sostanze chimiche pericolose sono state trovate in vestiti e calzature per bambini di alcune tra le più famose aziende dell'Alta moda. Sedici dei 27 prodotti testati (59%) sono risultati positivi ad una o più di queste sostanze: nonilfenoli etossilati, ftalati, composti perflorurati e polifluorurati e antimonio.

Queste sostanze vengono rilasciate nei nostri fiumi, torrenti e laghi non solo dalle fabbriche nei siti di produzione come quelli cinesi, ma anche da ogni capo venduto nel mondo, tramite il lavaggio. Una volta entrate in circolo, si accumulano nell'ambiente e mettono a rischio la salute di tutti, adulti e bambini. Essendo parte di questo processo, i marchi della moda di lusso non solo deludono i loro clienti, ma giocano col nostro futuro inquinando il Pianeta.


Scarica il rapporto

Loading!!

Grazie!

Adesso fai parte di un movimento   persone che vogliono una moda più verde e sostenibile!

Condividi la petizione

Il tuo contributo è determinante.
Sostieni la campagna Detox
con una donazione mensile regolare

[ ]


Caro Amministratore Delegato,

l'ultimo rapporto di Greenpeace mostra che la vostra azienda nasconde la verità ai suoi clienti, sostenendo di vendere prodotti di ottima qualità e di esclusivo design, mentre sono pieni di sostanze chimiche pericolose.

Dopo aver visto l'impegno Detox dei vostri maggiori concorrenti, da Burberry a Valentino, i consumatori iniziano a domandarsi in quanti altri scandali volete essere coinvolti prima di decidervi a garantire una moda libera da sostanze tossiche.

Vi chiediamo di aderire alla campagna Detox, impegnandovi pubblicamente a lavorare insieme ai vostri fornitori in tutto il mondo per eliminare le sostanze chimiche pericolose dalle filiere e dai vostri prodotti. E' possibile produrre moda meravigliosa che non costi nulla al Pianeta.