La Foresta delle Nevi

Pagina - 21 dicembre, 2010
La Foresta delle Nevi della Russia asiatica è la più grande foresta del mondo e comprende aree di foresta intatta che vanno dall'area artica della Sakha settentrionale, fino alle regioni subtropicali che costeggiano i fiumi Amur e Ussuri.

La Russia asiatica rappresenta tutta l'area orientale della Federazione Russa e copre oltre 663 milioni di ettari.  Le foreste coprono il 45% del territorio e vanno dalle arbustaie della tundra settentrionale, alle ricche foreste composte del sud.

Queste foreste sono assai diversificate e offrono habitat a molte specie di animali e piante, tra cui il leopardo dell'estremo oriente, l'orso dell'Himalaya, il cervo muschiato e soprattutto la famosa tigre siberiana (o tigre dell'Amur ), uno tra gli animali più minacciati. La regione dell'Amur–Sakhalin ospita molte più specie di piante e animali di qualsiasi altra foresta temperata nel mondo. Molte di esse si trovano esclusivamente qui.

Il taglio illegale, in quest’area forestale, é fortemente incentivato dalla pressante richiesta dei mercati cinese e giapponese, che oggi rappresentano la maggiore minaccia per le ricche foreste temperate della regione sud-orientale della Foresta delle Nevi. Le foreste nord-orientali sono, invece, minacciate dalla crescita della domanda russa.

Nei prossimi dieci  anni, il taglio illegale metterà a repentaglio la sopravvivenza di queste stupefacenti foreste. Gruppi internazionali come la World Conservation Union [IUCN] hanno identificato nel taglio e nel commercio illegale del legno il primo fattore di deforestazione.

Categorie