L'Amazzonia è la più grande foresta rimasta al mondo. Un inestimabile scrigno di biodiversità da difendere. L'Amazzonia, la nostra foresta, è in pericolo a causa della deforestazione e dei cambiamenti climatici. Greenpeace si batte per fermare la deforestazione in Amazzonia entro il 2015 e a livello globale entro il 2020.

L'ammiraglia di Greenpeace, la Rainbow Warrior III, navigherà per due mesi sul Rio delle Amazzoni per mostrare al mondo la bellezza dell'Amazzonia. Oltre alle meraviglie del polmone del pianeta, denunceremo i responsabili della sua distruzione e dimostreremo che ci sono le soluzioni per raggiungere il nostro obiettivo comune: Deforestazione Zero in Amazzonia.

Accompagnaci in questo magico viaggio e aiuta il popolo brasiliano a salvare l’Amazzonia.

L'Amazzonia è vasta, maestosa e ospita un quarto delle specie conosciute. Il giaguaro, il delfino rosa, il bradipo, il fiore più grande al mondo, la scimmia piccola come uno spazzolino da denti e un ragno grande come una palla da baseball sono solo alcune delle specie che conosciamo. Ma ce ne sono ancora molte, tutte da scoprire.

L'Amazzonia è la casa di oltre 20 milioni di persone e centinaia di indigeni che non hanno mai avuto contatti con il mondo esterno.

L'Amazzonia è un enorme deposito di carbonio che ci aiuta a stabilizzare il clima e mitigare i cambiamenti climatici: trattiene tra 80 e 120 miliardi di tonnellate di CO2.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Quale futuro energetico per l'Europa

Pubblicazione | 27 marzo, 2015 a 10:39

In tre distinti rapporti Greenpeace fotografa la situazione delle grandi aziende elettriche ancora bloccate a difendere le fonti fossili, del pericoloso invecchiamento centrali nucleari e del conflitto tra rinnovabili e fonti sporche nelle reti...

Kumi Naidoo incontra Francesco Starace, AD di Enel

News | 17 marzo, 2015 a 12:37 2 commenti

Enel è stata al centro delle nostre campagne per molto tempo. Uno scontro duro, ancorché pacifico, costellato di numerose azioni legali contro Greenpeace e la sua protesta, segnato da un dialogo che a lungo ha stentato ad attivarsi.

La scienza è contro gli airguns dei petrolieri. E il Parlamento?

News | 16 marzo, 2015 a 18:42

Settantacinque scienziati hanno scritto ad Obama per chiedere il divieto degli airguns per la ricerca di idrocarburi in mare. E da noi?

Smoke and Mirrors - I più grandi inquinatori d’Europa si dettano le regole

Pubblicazione | 12 marzo, 2015 a 11:28

L’Unione Europea è impegnata in un processo di aggiornamento dei limiti di emissione delle centrali a carbone negli stati membri. Un’indagine di Greenpeace svela come l’intero processo di aggiornamento di questi limiti sia finito nelle mani...

Quattro anni fa il disastro nucleare di Fukushima. Tu dov’eri?

Blog di Greenpeace | 11 marzo, 2015

Quattro anni fa il mondo ha assistito con orrore, attraverso gli schermi televisivi, all’esplosione delle centrali nucleari di Fukushima Daichii e all’ emissione di scorie radioattive nell’aria e nel mare . Per commemorare questo ...

1 - 5 di 948 risultati.