Chimica

Ogni giorno siamo tutti esposti a un insieme di sostanze chimiche di sintesi. Solo per alcuni composti sono noti gli effetti negativi che possono causare sull'uomo, sugli animali e sull'ambiente.

Dal 1930 alla fine del secolo scorso, la produzione di sostanze chimiche è passata da un milione a 400 milioni di tonnellate all'anno [EEA UNEP, 1998]. L’Europa contribuisce a un terzo della produzione mondiale.

Siano essi additivi, intermedi o sottoprodotti non intenzionali di processi produttivi, i composti chimici sono presenti anche nei beni di consumo, come giocattoli, computer, detergenti nonché nei prodotti alimentari. È inevitabile, quindi, che arrivino a contaminare anche l'uomo.

Da anni, Greenpeace lavora per far adottare il principio di sostituzione delle sostanze pericolose con alternative più sicure. L’obbligo di impiegare composti alternativi più sicuri per l’uomo e per l’ambiente deve essere una prerogativa nella produzione degli articoli di consumo e il principio inspiratore di tutte le normative di settore.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Come rendere il Reach funzionale. Guida ai membri del Parlamento Europeo

Pubblicazione | 1 gennaio, 2004 a 0:00

Questo documento è una guida introduttiva al REACH, il progetto europeo di riforma della normativa in materia di produzione ed impiego di sostanze chimiche. Le bozza attuale presenta alcuni problemi e richiede di essere modificata in modo essere...

Lo scafo parzialmente smantellato di una

Immagine | 1 gennaio, 2004 a 0:00

Lo scafo parzialmente smantellato di una nave nei cantieri di rottamazione di Chittagong, in Bangladesh. Greenpeace è contraria al fenomeno del trasferimento delle navi da rottamare cariche di sostanze chimiche pericolose nei paesi in via di...

Veleni nascosti. Sostanze pericolose nella polvere domestica come un indicatore...

Pubblicazione | 11 ottobre, 2003 a 0:00

Anche se la società è sempre più consapevole della presenza diffusa nell’ambiente di sostanze chimiche pericolose prodotte dall’uomo, poche persone sono a conoscenza del fatto che molti composti sono utilizzati come additivi nei beni di consumo...

Incenerimento e salute umana

Pubblicazione | 1 luglio, 2003 a 0:00

La gestione dei rifiuti urbani ed industriali sta diventando un problema sempre più preoccupante in tutto il mondo. Questo rapporto, tradotto in italiano nel luglio del 2003, riassume lo stato delle conoscenze sugli impatti dell'incenerimento dei...

Uso, distribuzione, rischio e regolamentazione di cinque gruppi chiave di inquinanti...

Pubblicazione | 15 giugno, 2003 a 0:00

In questo documento, che è la traduzione dell'allegato II al rapporto "Consuming Chemicals: Hazardous chemicals in house dust as an indicator of chemical exposure in the home" pubblicato da Greenpeace UK, sono ripartate informazioni circa l'uso,...

Inceneritori: obiettivo zero

Immagine | 13 dicembre, 2002 a 13:01

No agli inceneritori e si alle politiche per sviluppare la raccolta differenziata. Greenpeace protesta all'inceneritore di Como.

Diossine e metalli nel latte vaccino in prossimità degli impianti di incenerimento

Pubblicazione | 1 luglio, 2002 a 0:00

Le emissioni degli inceneritori contaminano il suolo e la vegetazione in prossimità degli impianti. Greenpeace Italia ha analizzato, nel luglio del 2002, dei campioni di latte vaccino prelevato da allevamenti situati in prossimità degli impianti...

Inceneritori obiettivo zero

Pubblicazione | 2 giugno, 2002 a 0:00

Negli ultimi trent'anni la gestione dei rifiuti è diventata un problema ambientale tangibile ovunque, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, che spesso sono oggetto di importazioni illegali di rifiuti e di tecnologie produttive ad alto impatto...

Export di veleni: gestione e traffico illecito di rifiuti [ ultimo aggiornamento...

Pubblicazione | 30 maggio, 2002 a 0:00

All'inizio del terzo millennio, governi ed industria europei continuano a praticare un gioco d'azzardo con le centinaia di milioni di tonnellate di rifiuti prodotti ogni anno in Europa. Dopo 25 anni la legislazione in materia non ha saputo...

Rifiuti tossici Italia - Turchia. 15 anni di scandalo

Pubblicazione | 11 gennaio, 2002 a 0:00

Diverse industrie italiane e in particolare molte piccole compagnie di lavaggio a secco come la Pulilampo, si sono rivolte, negli anni ottanta, ad agenti di intermediazione italiani - la Sirteco Italia srl e la Piattaforma Ecologica Industriale...

191 - 200 di 211 risultati.

Categorie