Acqua

Pagina - 2011-02-01
In tutto il mondo le fabbriche rilasciano sostanze chimiche pericolose che hanno un impatto negativo sulle nostre preziose risorse idriche e, nel lungo termine, sulla salute umana e sull’ambiente.

Le sostanze pericolose possono essere emesse da processi industriali oppure possono fuoriuscire quando un prodotto di consumo viene usato o quando diventa un rifiuto. Molte sostanze impiegate negli articoli hanno, infatti, delle proprietà intrinseche di pericolosità. E prima o poi fuoriescono dai beni di consumo che le contengono. Questi composti non possono essere gestiti adeguatamente con tecnologie a valle, incluso i comuni impianti per il trattamento delle acque di scarico. Molte sostanze possono essere dannose nel lungo periodo, percorrere lunghe distanze dal luogo d’origine e accumularsi attraverso la catena alimentare, arrivando ad avvelenare il nostro stesso cibo. I costi sociali e ambientali possono essere enormi e trovare soluzioni è ancora più difficile.

“L’acqua è fondamentale per le nostre vite ma purtroppo è una delle risorse più minacciate al mondo. L’inquinamento industriale sta contaminando la risorsa più vulnerabile al mondo”

Clicca sui punti in evidenza per vedere dove Greenpeace ha una campagna attiva sull’acqua