OGM? No grazie!

Oggi gli OGM non mostrano alcun beneficio per i consumatori e gli agricoltori, ma solo per l'industria biotech. Queste multinazionali brevettano e vendono semi transgenici e sostanze chimiche collegate, in cambio di problemi e quesiti irrisolti per l'ambiente e la sicurezza alimentare.

Non è raro che gli OGM vengano presentati come il rimedio per la fame nel mondo o come un passo verso un'agricoltura rispettosa dell'ambiente. In realtà, gli organismi geneticamente modificati non sono altro che una sfaccettatura di un settore agricolo di stampo industriale, in cui l'uso di erbicidi e pesticidi è molto diffuso. Inoltre, il rilascio di OGM nell'ambiente comporta notevoli rischi, come la perdita di biodiversità, e molti altri addirittura imprevedibili.

Greenpeace si batte da anni contro il rilascio in ambiente degli Organismi Geneticamente Modificati (OGM), perchè sono portatori di troppi rischi per permetterne la diffusione. Sono un pericolo per l'ambiente, comportano rischi per la salute e minacciano gli equilibri economici e sociali. Sollevano, inoltre, questioni etiche che non sono state sufficientemente discusse.

Greenpeace si oppone alla coltivazione di OGM in campo aperto. Perché è una fonte di inquinamento genetico. Perché minaccia la biodiversità. Perché inevitabilmente contamina le coltivazioni tradizionali e biologiche.

Greenpeace non si oppone invece alla ricerca in un ambiente confinato (laboratorio), in particolare  in campo medico. Noi non siamo contro la ricerca o il progresso. Noi sosteniamo una scienza che sia a vantaggio di tutti e che rispetti l'ambiente.

Oggi, non è così. Gli OGM arricchiscono soltanto grandi aziende come Monsanto e Bayer. Gli organismi geneticamente modificati non hanno un rendimento superiore a quello delle colture tradizionali. Non sono più sicuri e non resistono alla siccità. Impoveriscono ulteriormente i piccoli agricoltori, standardizzando le pratiche agricole e minacciando la biodiversità.

Oggi rischiamo di ritrovarci gli OGM in tavola perché ci è stato negato il diritto di conoscere quale siano gli ingredienti geneticamente modificati presenti nella catena alimentare. Ai consumatori viene negato il diritto di poter scegliere. Gli OGM permettono a una piccolissima minoranza di decidere sul resto dell'umanità.

Gli ultimi aggiornamenti

 

SalviamoLeApi.org

News | 2013-06-06 a 12:11

Perdono l'orientamento, non hanno più memoria olfattiva, crescono con malformazioni e muoiono. Sempre più minacciate dai pesticidi chimici utilizzati nell'agricoltura industriale, le api stanno scomparendo. Per salvarle, abbiamo lanciato il sito...

"Un mondo in pericolo" (More than honey)

Video | 2013-06-06 a 10:18

Trailer italiano del film-documentario "Un mondo in pericolo" (More than honey) del regista svizzero Markus Imhoof, distribuito in Italia da Officine UBU. Grazie a delle riprese spettacolari viene descritta in modo emozionante la vita...

Contaminazione OGM in USA. L'Italia deve controllare l'import

News | 2013-05-31 a 15:13

Un agricoltore dell'Oregon ha scoperto la presenza di frumento OGM non autorizzato nei suoi campi. Si tratterebbe di frumento OGM Roundup Ready della Monsanto, ha riferito il dipartimento dell'agricoltura statunitense pochi giorni fa,...

Stiamo perdendo le api

News | 2013-04-09 a 10:20

Parte oggi la nostra nuova campagna SalviamoLeApi.org. Le evidenze scientifiche sulle conseguenze dei pesticidi più dannosi per gli insetti impollinatori sono chiare. Il nostro rapporto “Api in declino” mette in evidenza l'importanza sia...

Processo agli OGM

Blog di Federica Ferrario, campaigner OGM | 2013-01-17 20 commenti

C'è un settore che, nonostante la crisi, ha le carte in regola per uscirne meglio di prima. Un settore che ci invidiano in tutto il mondo e che sta a noi italiani far rifiorire e non permettere che venga omologato e schiacciato...

In Polonia nuovo bando agli OGM

Blog di Federica Ferrario, campaigner OGM | 2013-01-08

Anche la Polonia è entrata a far parte dei Paesi dove è ufficialmente vietata la coltivazione di OGM su tutto il territorio nazionale. Lo scorso 2 gennaio, infatti, il governo polacco ha approvato il divieto alla coltivazione di due...

Tortillas OGM? No grazie!

Blog di Federica Ferrario, campaigner OGM | 2012-12-05

Abbiamo bisogno del tuo aiuto! Il governo messicano potrebbe presto autorizzare la coltivazione di mais geneticamente modificato (OGM) in Messic o. Fino a oggi le comunità contadine locali e associazioni come Greenpeace sono riuscite...

OGM resistenti agli erbicidi. I rischi per l'Europa

Video | 2012-10-22 a 18:53

Cosa ne sarebbe dell'agricoltura in UE se la Commissione europea seguisse l'esempio degli Stati Uniti e autorizzasse la coltivazione di OGM tolleranti agli erbicidi? Negli Stati Uniti gli agricoltori non riescono a liberarsi dal circolo vizioso...

OGM resistenti agli erbicidi. I rischi per l'Europa

News | 2012-10-22 a 16:32

Cosa ne sarebbe dell'agricoltura in UE se la Commissione europea seguisse l'esempio degli Stati Uniti e autorizzasse la coltivazione di OGM tolleranti agli erbicidi? Lo abbiamo chiesto al noto economista agrario Charles Benbrook che ha elaborato...

Colture resistenti al glifosato nell'Unione Europea

Pubblicazione | 2012-10-22 a 13:04

Quale sarebbe l'impatto per l'Europa se venissero autorizzate coltivazioni geneticamente modificate tolleranti agli erbicidi di mais, soia e barbabietola da zucchero? Tale previsione - mai fatta prima - è stata commissionata da Greenpeace al noto...

11 - 20 di 172 risultati.

Categorie
Tag