Verso un'agricoltura sostenibile

Pagina - 31 gennaio, 2011
Un'agricoltura sostenibile

L'agricoltura di stampo ecologico mantiene la produzione alimentare nelle mani degli agricoltori e lontano dal controllo societario

- aiuta a far fronte ai cambiamenti climatici.

- 2,6 miliardi di piccoli agricoltori già producono la maggior parte del cibo del mondo.

- l'agricoltura ecologica si è dimostrata essere più redditizia per gli agricoltori in studi provenienti da Europa, Africa, Asia e America.

L'unica soluzione per lottare contro la fame nel mondo, preservando la biodiversità, è l'agricoltura sostenibile. A differenza degli OGM, permette di nutrire il pianeta e di proteggerlo. Essa si basa sulla diversità di colture e pratiche agricole, la protezione degli ecosistemi, un più basso consumo di energia, di acqua e pesticidi. Promuove l'indipendenza dei piccoli agricoltori e del commercio equo. Esige una ricerca al servizio di tutti.

Gli effetti negativi dell'agricoltura industriale sviluppata in occidente nel corso del 20° secolo continueranno a farsi sentire per molto tempo. Ma sempre più, asi sente la necessità di un'agricoltura sana e rispettosa dell'ambiente.

La fame nel mondo è il tema scelto dalle imprese di biotech per per migliorare l'immagine degli OGM e superare la resistenza dei consumatori europei. Oltre un miliardo di persone nel mondo soffrono di fame. Ma sono i conflitti armati, la distribuzione ineguale delle risorse e la povertà le principali cause della malnutrizione, e non sono diminuite con lo sviluppo degli OGM.

Le "soluzioni" per porre fine a questa situazione attuate finora sono andate a beneficio soprattutto del comparto agro-alimentare. Dobbiamo invece consentire ai piccoli agricoltori del sud del mondo, che costituiscono i tre quarti delle persone che soffrono di malnutrizione, di attuare pratiche agricole adattate al loro ambiente, sostenibili nel lungo periodo e che non li rendano dipendenti delle grandi aziende di prodotti agrochimici. L'agricoltura sostenibile ha già aiutato centinaia di comunità a garantire la loro sicurezza alimentare. Incoraggiare l'agricoltura sostenibile implica la difesa del concetto di sovranità alimentare.

Oggi siamo di fronte a una scelta cruciale: continuare sulla strada dell'agricoltura industriale intensiva, con l'aggiunta degli OGM, una delle principali cause dei cambiamenti climatici, o viceversa, prendere la strada verso un'agricoltura sostenibile, più rispettosa dell'uomo e dell'ambiente.

Per Greenpeace, la scelta è naturale. E 'chiaramente preferibile scegliere prodotti provenienti dall'agricoltura biologica e dell'agricoltura su piccola scala. L'agricoltura sostenibile è la vera alternativa che ha il potenziale per nutrire il pianeta senza distruggere l'ambiente.

Scarica il rapporto “Agricoltura al bivio”

Categorie