Esperanza | Greenpeace Italia
Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Esperanza

Una rompighiaccio sovietica “ristrutturata” per essere più sostenibile: oggi solca i mari in difesa del Pianeta

Varata nel febbraio 2002, l’Esperanza è la prima nave di Greenpeace il cui nome è stato scelto dai nostri sostenitori attraverso un sondaggio sul nostro sito web.

LA STORIA

Si tratta di una nave rompighiaccio particolarmente veloce, la quarta tra le 14 navi da guerra che, tra il 1983 e e il 1987, il governo sovietico commissionò al cantiere navale Stocznia Polnocna di Gdank, in Polonia. Per mancanza di fondi, alla fine degli anni Ottanta la nave è rimasta inutilizzata per un po’. Dopo varie traversie e prima di entrare a far parte della flotta di Greenpeace, l’Esperanza è stata infine utilizzata come nave merci in Norvegia.

Lunga 72 metri, può raggiungere una velocità massima di 16 nodi: la nave ideale per lavori veloci e di lungo raggio. Essendo una rompighiaccio, può navigare tranquillamente nelle regioni polari.

Ci sono voluti molti mesi di lavoro per risistemare la nave e renderla il più possibile rispettosa dell’ambiente. Mesi di intenso lavoro che hanno interessato la bonifica e la messa in sicurezza delle parti in amianto; la costruzione di uno speciale sistema di alimentazione che evita eventuali perdite; l'equipaggiamento con nuovi e più efficienti motori diesel; l’introduzione di un sistema di riciclaggio delle acque di scarico, in modo da scaricare esternamente solo acque pulite; l'uso di vernice senza TBT per la chiglia; il montaggio sia di un sistema di raffreddamento e di condizionamento a base di ammoniaca (per non incidere sui cambiamenti climatici e danneggiare l’ozono) che di un sistema di propulsione sostenibile ed economicamente efficiente per ridurre le emissioni di CO2.

È stata, inoltre, ovviamente attrezzata con l’equipaggiamento operativo standard di Greenpeace. Infine, sono state aggiunte una nuova piattaforma per gli elicotteri e una speciale gru per mettere in acqua i gommoni. Un equipaggio di 12-16 persone lavora stabilmente sull’Esperanza, ma questa può contenere a bordo fino a 48 persone.

facebook.com/Greenpeace.Esperanza

twitter.com/gp_espy

Categorie