In cosa investiamo

Siamo perfettamente consapevoli del grande valore dell’aiuto dei sostenitori e sentiamo la responsabilità di spendere con molta attenzione e trasparenza i fondi raccolti.
Il bilancio di sostenibilità non è solo una pubblicazione che risponde ad un obbligo di legge, ma uno strumento importante per chi dona, affinché possa verificare in qualsiasi momento dove vanno a finire i suoi soldi.

 

 

 

 

 

 

 

Agire per fare la differenza

Il 2018 è stato un anno ricco di sfide ed è stato grande l’impatto che, grazie ai propri sostenitori, Greenpeace ha avuto nel mondo e in Italia. Ecco in breve, le attività più rilevanti realizzate in territorio italiano.

 

Rivoluzione Energetica ora!

Rivoluzione Energetica ora!

Anche grazie al lavoro di Greenpeace sono state approvate due positive direttive europee sul tema delle rinnovabili (RED) e del mercato energetico (MDI). In Italia, il gruppo Generali ha annunciato lo stop a investimenti e copertura assicurativa del carbone grazie alla campagna di Greenpeace e Re:Common.

Aria pulita

Aria pulita

A febbraio la Sindaca Raggi annuncia il bando dei diesel nel centro storico di Roma entro il 2024. A maggio, Greenpeace scala il palazzo della Regione Lazio chiedendo di aggiornare il piano per la qualità dell’aria: il Presidente Zingaretti assume impegni precisi. Tuttavia, ad oggi, né la Regione Lazio né il Comune di Roma hanno un calendario di azioni per mantenere gli impegni.

INQUINAMENTO DA PFAS

INQUINAMENTO DA PFAS

Continua il supporto a cittadini e comitati contro l’inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) in Veneto. A dispetto di un netto miglioramento dei valori nell’acqua potabile mancano interventi risolutivi sulle fonti inquinanti, sulle responsabilità e una norma nazionale che regolamenti queste sostanze.

Difendiamo il Mare

Difendiamo il Mare

Bolton/Rio Mare ha adottato standard ambientali e sociali ambiziosi per garantire sostenibilità al suo tonno in scatola. L’Ue ha adottato una Direttiva contro la plastica monouso che può ridurre l’inquinamento del nostro mare. Continuano ad avere scarsa efficacia le aree marine interdette alla pesca, come le Fisheries Restricted Areas della FAO, nello Stretto di Sicilia. Un’indagine di Greenpeace ha rivelato che centinaia di pescherecci vi operano indisturbati.

Allevamenti intensivi

Allevamenti intensivi

Greenpeace lancia la nuova campagna contro gli allevamenti intensivi, per evidenziare le problematiche legate all’eccessiva produzione di carne e come i fondi pubblici della PAC (Politica Agricola Comune) finanzino alcuni degli allevamenti intensivi più inquinanti in termini di emissioni di ammoniaca e particolato.

Deforestazione zero

Deforestazione zero

Dopo un’intensa campagna di Greenpeace, Wilmar International, il più grande operatore mondiale di olio di palma, ha pubblicato un piano d’azione per monitorare i propri fornitori. Oltre che la biodiversità, la deforestazione colpisce anche i popoli indigeni che vivono nelle foreste: Greenpeace supporta le battaglie dei Popoli Indigeni anche in Amazzonia e nella grande Foresta del Nord.

Bilanci anni precedenti

Scarica il bilancio sociale e di sostenibilità 2017

Scarica il bilancio sociale e di sostenibilità 2016

Scarica il bilancio sociale e di sostenibilità 2015

Scarica il bilancio sociale e di sostenibilità 2014

Scarica il bilancio sociale e di esercizio 2013

Visualizza la Tabella di conformità del bilancio al modello dell’Agenzia per le Onlus 2013

Scarica il bilancio sociale e di esercizio 2012

Visualizza la Tabella di conformità del bilancio al modello dell’Agenzia per le Onlus 2012

Scarica il bilancio sociale e di esercizio 2011

Visualizza la Tabella di conformità del bilancio al modello dell’Agenzia per le Onlus 2011

Scarica il bilancio sociale e di esercizio 2010

Visualizza la Tabella di conformità del bilancio al modello dell’Agenzia per le Onlus 2010

 

Per fornire osservazioni o chiedere informazioni sul bilancio di sostenibilità, potete rivolgervi a Laura Celani, assistente al Direttore Esecutivo:
Email: laura.celani@greenpeace.org
Telefono: 06 83548310
Cellullare: 342 9934045

 

Per saperne di più

Chi siamo

Esistiamo perché questo fragile Pianeta merita una voce.
Vogliamo combattere quei luoghi comuni secondo cui ogni cambiamento è impossibile, che siamo troppo piccoli e troppo deboli. Unisciti a noi!

Leggi di più

La nostra storia

I nostri fondatori credevano che anche pochi individui potessero fare la differenza.
Nel 1971 hanno deciso di salpare per l’Artico e fermare dei test nucleari: da quel viaggio è “cominciato” un movimento che oggi è in tantissimi Paesi del mondo.

Leggi di più

I nostri contatti

Qualsiasi cosa tu voglia chiederci o dirci, qui trovi tutti i nostri recapiti.
Al mondo ci sono 26 uffici nazionali e regionali indipendenti che lavorano per difendere il Pianeta.

Leggi di più