Cosa puoi fare tu

Attivati ora: è insieme che possiamo cambiare le cose!

#Clima #Energia #Petrolio&Gas Chiedi a Eni di cambiare

È ora di smetterla con gli idrocarburi e di puntare davvero su un futuro green: Eni, le bugie hanno le…

Partecipa
#Biodiversità #Clima #Energia #Petrolio&Gas Basta investire su petrolio, gas e carbone!

Alluvioni, incendi, siccità: mentre la vita sul Pianeta è sconvolta da eventi estremi causati dai cambiamenti climatici, i principali istituti…

Partecipa
#Agricoltura #Clima #Energia #Foreste #Salute Ripartiamo dalle persone e dal Pianeta

Deforestazione, inquinamento, commercio di armi e allevamenti intensivi: il nostro Pianeta era già gravemente malato prima dell’arrivo della pandemia. La…

Partecipa
#Clima #Consumi #Energia #Petrolio&Gas Non chiamatelo maltempo!

Impegni politici miopi, aziende che continuano a bruciare gas, petrolio e carbone: mentre la politica temporeggia, la nostra casa è…

Partecipa
#Clima #Energia #Inquinamento Generali, basta carbone!

Scrivi alle Assicurazioni Generali: per proteggere il clima bisogna chiudere con le fossili.

Partecipa
#Clima #Consumi #Energia Rivoluzione energetica!

Tutti possiamo farlo: riprendiamoci il potere di produrre energia.

Partecipa

Publications

Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia: "Nessun pregiudizio sull'eolico offshore galleggiante, importante per decarbonizzazione e lotta alla crisi climatica"

Marzo 2021

Sì all’impianto proposto tra Sicilia e Tunisia se garantiti rispetto delle procedure di valutazione ambientale e trasparenza

Clima, continua il supporto della finanza globale al carbone. Re:Common e Greenpeace: «In Italia Generali e Intesa seguano esempio di Unicredit e facciano di più»

Febbraio 2021

A cinque anni dall’Accordo di Parigi sul clima, il supporto della finanza globale al settore del carbone non è affatto diminuito.

Clima, ecco come la finanza globale sta continuando a finanziare il carbone

Febbraio 2021

Generali e Intesa seguano esempio di Unicredit per il disinvestire dall’industria carbonifera

Per una vera transizione ecologica serve uno stop definitivo alle trivelle

Febbraio 2021

Nessun piano di transizione ecologica che sia serio può prevedere nuovi progetti per l’estrazione di idrocarburi

Ci risiamo, ecco le ennesime (pericolose) bugie di Eni

Febbraio 2021

Nelle scorse ore Eni ha presentato i propri risultati finanziari e, insieme a essi, il Piano investimenti 2021 -2024. Abbiamo analizzato la strategia del Cane a Sei Zampe, e non…

Generali non assicurerà la centrale di Počerady (Repubblica Ceca). Greenpeace e Re:Common: «Buona notizia, ora lasci il carbone in Repubblica Ceca e Polonia»

Febbraio 2021

Generali ha comunicato ufficialmente a Greenpeace e Re:Common che non assicurerà la centrale a carbone di Počerady, dal momento che dal 1 gennaio 2021 l’impianto non è più oggetto di…

Generali rilancia il business nel carbone in Repubblica Ceca

Febbraio 2021

Basta scelte sbagliate e nocive per il clima!

Emergenza climatica, Greenpeace e Re:common: «Generali rilancia il suo business nel carbone. Una scelta sbagliata e nociva per il clima del Pianeta»

Febbraio 2021

Greenpeace e Re:Common esprimono forte preoccupazione riguardo la  decisione di Generali di assicurare la centrale a carbone di Počerady, in Repubblica Ceca. Una mossa svelata nei giorni scorsi da Re-set,…

Greenpeace: «Bene parole di Draghi su centralità politiche ambientali e climatiche per il nuovo governo»

Febbraio 2021

«L’attenzione riservata alle emergenze climatica e ambientale in corso, nelle parole pronunciate questa mattina in Senato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, è un segnale importante». Così Giuseppe Onufrio, Direttore…

Ecco i cinque punti chiave della transizione ecologica

Febbraio 2021

La versione originale di questo articolo si trova su Huffingtonpost.it

Greenpeace a Draghi: «A pagare la necessaria transizione ecologica siano la finanza e le aziende che hanno causato l’emergenza climatica e ambientale»

Febbraio 2021

Alla vigilia del discorso programmatico che il Presidente del Consiglio Mario Draghi terrà domani al Senato, Greenpeace Italia invita il nuovo esecutivo a non sprecare l’ultima opportunità utile per agire…

Non bruciamo le nostre foreste per produrre energia!

Febbraio 2021

500 scienziati hanno inviato una lettera a 5 leader politici per chiedere di porre fine alla raccolta di biomasse di origine forestale per uso energetico.

Greenpeace Italia a Draghi: «Un Paese 100 per cento rinnovabile farebbe bene a clima, ambiente, economia e lavoro». Bene il ministero della transizione ecologica

Febbraio 2021

Durante le consultazioni di questo pomeriggio Greenpeace Italia ha consegnato al presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi il suo scenario di rivoluzione energetica "Italia 1.5"

Greenpeace Italia, Legambiente e WWF Italia ricevute dal Presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi

Febbraio 2021

"Accogliamo con soddisfazione la creazione del ministero della transizione ecologica. Ora serve allineare il Recovery Plan italiano al Green deal europeo"

Osservazioni di Greenpeace Italia alla bozza di PNRR

Febbraio 2021

Leggi le osservazioni presentate a febbraio 2021 da Greenpeace Italia alla bozza di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)

Possibile sversamento di idrocarburi dopo affondamento di una trivella in Adriatico, Greenpeace: «Smantellare le vecchie piattaforme e fermare le nuove trivellazioni»

Gennaio 2021

Greenpeace rilancia oggi un’indagine realizzata dall’associazione Cova Contro che mostra come l’affondamento della piattaforma Ivana D, avvenuto nell’alto Adriatico lo scorso 5 dicembre, potrebbe aver causato un ingente rilascio di idrocarburi in…

Idrocarburi sversati nell’Adriatico dopo l’affondamento di una trivella?

Gennaio 2021

Lo scorso 5 dicembre la piattaforma Ivana D, situata nell’alto Adriatico tra Italia e Croazia, è improvvisamente scomparsa dai sistemi di rilevamento. Presumibilmente divelta per il forte vento, la trivella…

Volano trivelle

Gennaio 2021

Una recente indagine realizzata dall’associazione Cova Contro mostra come l’affondamento della piattaforma Ivana D, avvenuto nell’alto Adriatico lo scorso 5 dicembre, potrebbe aver causato un ingente rilascio di idrocarburi in…

Gli Stati Uniti rientreranno negli Accordi di Parigi sul clima. Ma sia solo l’inizio, non un traguardo!

Gennaio 2021

La campagna Build Back Fossil Free promossa da Greenpeace insieme ad altre associazioni identifica 25 azioni concrete per affrontare la crisi climatica.

Clima, gli Stati Uniti rientreranno negli Accordi di Parigi. Greenpeace: «Decisione inevitabile. Ma deve essere solo l’inizio, non un traguardo»

Gennaio 2021

Come annunciato, il nuovo presidente degli Stati Uniti Joe Biden avvierà ufficialmente il processo per il rientro degli Stati Uniti negli Accordi di Parigi sul clima. La decisione dà inizio…

Nucleare, Italia chiede a Francia di attivare consultazione su prolungamento vita centrali al confine. Greenpeace: «Ora italiane e italiani facciano sentire la propria voce»

Gennaio 2021

Greenpeace Italia ringrazia il governo, il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il Sottosegretario Roberto Morassut per aver accolto l’appello lanciato dall’organizzazione ambientalista e aver inviato una nota ufficiale al governo…

Recovery plan, Greenpeace: «se confermata, l’eliminazione dei fondi destinati a Eni per progetti fossili sarebbe una buona notizia. Ma il piano è da migliorare»

Gennaio 2021

Greenpeace commenta con cauto ottimismo il via libera al Recovery plan dal quale il governo sembrerebbe aver eliminato lo stanziamento di fondi, inizialmente ipotizzati, a favore di Eni per i progetti…

Recovery, la scomparsa dei progetti fossili di Eni è una buona notizia: speriamo sia davvero così

Gennaio 2021

Continueremo a vigilare affinché simili progetti non riemergano in una fase più avanzata

G20, inchiesta su Domani: il referente del tavolo ambiente e energia è un manager Eni. Il governo spieghi

Gennaio 2021

Appaltare un ruolo istituzionale a un rappresentante del colosso oil & gas? Assurdo e inquietante

Nucleare: Greenpeace, "non condivisibile la strategia di dotarsi di un solo deposito nazionale per le scorie"

Gennaio 2021

Greenpeace sulla Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) a conservare i rifiuti radioattivi italiani di bassa e media attività

Osservazioni di Greenpeace Italia al Programma nazionale di gestione dei rifiuti radioattivi

Gennaio 2021

Greenpeace non condivide la strategia scelta dall’Italia, basata sull’unica ipotesi di dotarsi di un solo Deposito Nazionale che ospiti a lungo termine i rifiuti di bassa attività e, “temporaneamente”, i…

Le cittadine e i cittadini italiani partecipino alla consultazione pubblica in corso sul nucleare francese

Gennaio 2021

La Convenzione di Espoo, adottata nel 1991 e oggetto di successivi emendamenti, richiede ai governi di garantire la possibilità anche ai cittadini degli Stati confinanti – che potrebbero essere danneggiati…

Recovery plan, nella bozza del Piano misure scritte sotto dettatura di ENI

Gennaio 2021

Altro che “rivoluzione verde”, ci sono punti che fanno gli interessi di pochi con le risorse di tutti

È davvero ora di dire basta alle trivelle

Dicembre 2020

La cancellazione dal DL Milleproroghe della norma che avrebbe sancito lo stop alla ricerca e alla coltivazione di idrocarburi su tutto il territorio nazionale è una cattiva notizia per il…

Consiglio Ue, Greenpeace: "Accordo poco ambizioso, gran parte della politica ha ancora paura di affrontare i grandi inquinatori"

Dicembre 2020

L'accordo rappresenta un miglioramento insufficiente rispetto agli obiettivi climatici esistenti.

Recovery plan, Greenpeace in azione: «Governo destini i fondi alla tutela di salute, diritti, educazione e ambiente. Basta soldi a chi brucia il Pianeta»

Dicembre 2020

Questa mattina attivisti e attiviste di Greenpeace Italia hanno aperto uno striscione da Ponte Sant’Angelo, a Roma, per lanciare una chiara richiesta al governo italiano e al Presidente del Consiglio…

Recovery plan, Greenpeace: «Governo si dimostri coerente con gli annunci fatti e punti a una reale svolta green»

Dicembre 2020

È entrato nella fase operativa anche in Italia il design della governance che gestirà i fondi assegnati dall’Unione europea nell’ambito del Next Generation Eu plan. Greenpeace Italia chiede che i fondi destinati alla rivoluzione…

Danimarca cancella nuovi permessi per petrolio e gas e fissa data di fine della produzione esistente. Greenpeace: «Momento di svolta, enorme vittoria per il movimento per il clima»

Dicembre 2020

Nelle scorse ore il Parlamento danese ha annunciato che cancellerà tutte le future concessioni di licenze per l’esplorazione e la produzione di petrolio e gas nella parte danese del Mare…

Volontari e volontarie di Greenpeace consegnano bollette climatiche di Eni: «Il Cane a sei zampe si propone come “green” ma con le sue mosse non fa altro che aggravare l’emergenza climatica»

Dicembre 2020

Questa mattina volontari e volontarie di Greenpeace, in diverse città italiane e in ottemperanza alle vigenti normative anti Covid-19, hanno distribuito la riproduzione di una bolletta Eni realizzata dall’organizzazione ambientalista,…

Volontari e volontarie consegnano le bollette climatiche di Eni

Dicembre 2020

Ecco l’impatto delle attività del Cane a sei zampe sul clima

Emergenza climatica, Greenpeace e Re:Common: "Il settore assicurativo globale continua ad assicurare i combustibili fossili. Passi indietro sul clima da Generali"

Dicembre 2020

È quanto emerge dall’ultimo report della campagna internazionale Insure our Future -di cui fanno parte Greenpeace e Re:Common

La classifica delle assicurazioni amiche (e nemiche) del clima

Dicembre 2020

Generali scende in graduatoria: che fine hanno fatto le sue promesse per contrastare la crisi climatica?

Insurance scorecard 2020

Dicembre 2020

Nonostante prosegua il disinvestimento di molte delle principali compagnie assicurative dal settore del carbone, gli impegni presi dal comparto assicurativo globale non sono ancora sufficienti per raggiungere gli obiettivi dell’Accordo…

Eni, le bugie hanno le zampe corte!

Novembre 2020

Chiediamo al big del gas e del petrolio di dare un vero taglio alle emissioni e puntare sulle rinnovabili

Se il governo italiano finanzia lo sfruttamento dell'Artico

Ottobre 2020

Rischiamo di finanziare l'impianto di liquefazione di gas Arctic-LNG 2, nell’Artico siberiano, con 1 miliardo di dollari pubblici.

Clima, report Greenpeace: le politiche di acquisto della BCE favoriscono le aziende fossili come ENI e aggravano la crisi climatica

Ottobre 2020

Più della metà dei 241,6 miliardi di euro di obbligazioni societarie detenute dalla BCE sono state emesse da imprese ad alta intensità di carbonio.

La Banca Centrale Europea smetta di comprare obbligazioni di aziende fossili come Eni!

Ottobre 2020

Altro che green, le attuali politiche di acquisto della BCE stanno aggravando la crisi climatica

A scuola di clima: ecco le lezioni sulla sostenibilità ambientale di Greenpeace

Ottobre 2020

Per rispondere alla formazione fatta da Eni, mettiamo a disposizione materiali didattici per gli insegnanti

Una roadmap per la decarbonizzazione dei trasporti in Ue

Settembre 2020

Una tabella di marcia che renda il settore europeo dei trasporti a emissioni nette zero entro il 2040. È quanto contenuto nel report realizzato da Climact e NewClimate Institute e…

5 motivi per cui puntare sul gas fossile sarebbe negativo per clima ed economia

Settembre 2020

Abbiamo cercato di riassumere, in 5 punti, i motivi per cui promuovere il concetto di una "ripresa guidata dal gas" porterebbe alla rovina economica e ambientale.

Il "Coal Policy Tool" identifica e confronta le banche più esposte al carbone

Settembre 2020

Un nuovo tool online che assegna un punteggio alle politiche di 214 istituzioni finanziarie in 30 paesi del mondo.

Greenpeace: progetto eolico off shore Sulcis un passo verso decarbonizzazione dell'Italia

Agosto 2020

Greenpeace esprime un giudizio positivo in termini generali verso il progetto del parco eolico galleggiante off shore in Sardegna, nel Sulcis.

BP taglia la produzione di combustibili fossili, l'ENI cosa aspetta?

Agosto 2020

In Inghilterra la British Petroleum dichiara di tagliare del 40% la propria produzione di gas e petrolio entro il 2030. Mentre in Italia Eni continua ad aumentare questa produzione inquinante.