Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

La sostenibilità ambientale delle draghe idrauliche? Non esiste

Pubblicazione - 6 ottobre, 2017
Le draghe idrauliche, un attrezzo di pesca ampiamente utilizzato in Italia, potrebbero presto ottenere un marchio di sostenibilità ambientale. MSC (Marine Stewardship Council), il marchio internazionale di certificazione dei prodotti ittici sostenibili, ha avviato all’inizio dell’anno un processo di valutazione per la certificazione delle vongole della laguna veneta.

Il report di Greenpeace "La sostenibilità ambientale delle draghe idrauliche? Non esiste", chiarisce gli impatti distruttivi di questo metodo di pesca. Le draghe idrauliche (conosciute anche con il nome di vongolare o turbosoffianti) sono attrezzi dotati di strutture rigide che vengono trainate sui fondali. Con potenti getti d’acqua, smuovono i fondali sabbiosi per catturare molluschi, con impatti notevoli anche sugli habitat marini e gli organismi che li popolano.

Leggi "La sostenibilità ambientale delle draghe idrauliche? Non esiste"

Categorie