G7 Energia. Vogliamo l'indipendenza energetica dai combustibili fossili, non dalla Russia

Pubblicazione - 6 maggio, 2014
L’annessione della Crimea da parte della Russia ha scatenato un intenso dibattito politico sulla dipendenza dell'Europa dall'energia russa e ha spinto la questione all'ordine del giorno di diversi incontri politici ad alto livello.

Vedremo se i leader mondiali ed europei saranno finalmente in grado di resistere alla
pressione delle grandi compagnie energetiche europee – tra cui Bp, Shell, EDF,
Iberdrola, PGE, RWE, Eon, ENEL, ENI, Vattenfall, Iberdrola e CEZ - che stanno
facendo una vera e propria campagna contro le rinnovabili e l’efficienza energetica.
Queste grandi aziende hanno finora investito in carbone, petrolio, gas e nucleare, e vogliono
continuare a ottenere enormi profitti scaricando i costi di queste fonti vecchie e inquinanti sui
cittadini.

G7

Categorie