Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Trump esce dall'Accordo di Parigi

News - 1 giugno, 2017
Trump ha deciso di sabotare la transizione globale verso le energie rinnovabili uscendo dallo storico accordo in difesa del clima. Una decisione deplorevole. Ma la rivoluzione energetica deve andare avanti lo stesso.

Nel 2015, con l'accordo di Parigi, 196 Stati si sono impegnati a ridurre le emissioni di COe compiere ogni sforzo per contenere l'aumento della temperatura globale entro 1,5°C.

Gli Usa, con il Presidente Trump, sono l'unico Paese ad aver deciso di fare marcia indietro per favorire aziende petrolifere e del carbone, proprio mentre altri Paesi investono su energie pulite e rinnovabili.

Uscendo dall'Accordo di Parigi, gli Stati Uniti stanno perdendo la leadership globale sul tema dei cambiamenti climatici, e con essa anche tutti i benefici economici e lavorativi legati alla transizione energetica verso le energie rinnovabili.

 “Uscire dagli accordi di Parigi marginalizzerà gli Stati Uniti. È una decisione moralmente deplorevole, di cui Trump si pentirà. Agire in difesa del clima non è tema di un dibattito politico, ma un imperativo per salvaguardare il Pianeta e chi lo abita” ha detto dichiara Jennifer Morgan, direttore esecutivo di Greenpeace International.

Stiamo assistendo ad un cambiamento di portata storica, con Europa, Cina e ed altri Paesi che stanno guidando la rivoluzione energetica, e sempre più lo faranno. 

Quasi 200 Paesi si sono impegnati due anni fa a Parigi in difesa del clima, e solamente uno ha deciso di tirarsi indietro: è evidente quanto Trump sia lontano dal resto del mondo. Mentre la Cina cancella le centrali a carbone, Trump cancella le azioni in difesa del clima: stanno cambiando gli equilibri del mondo.

La rivoluzione energetica è destinata a continuare, con i leader del resto del mondo, migliaia di aziende e i cittadini che compiono grandi passi avanti.