Cosa puoi fare tu

Attivati ora: è insieme che possiamo cambiare le cose!

#Clima #Energia #Inquinamento Generali, basta carbone!

Scrivi alle Assicurazioni Generali: per proteggere il clima bisogna chiudere con le fossili.

Partecipa
#Clima #Inquinamento #Petrolio&Gas #Salute Aria pulita adesso!

Fermiamo lo smog, abbiamo il diritto di respirare a pieni polmoni.

Partecipa
#Consumi #Inquinamento #Mare Più mare, meno plastica!

Il mare non è una discarica: chiedi alle aziende di abbandonare l’usa e getta.

Partecipa

Publications

A Milano torna a salire il livello di inquinamento dell’aria, rivela studio di Greenpeace: «Il salone dell’auto promuove un modello obsoleto e dannoso»

Giugno 2021

Nel rapporto vengono presi in esame i dati sull'inquinamento da NO2 provenienti da osservazioni satellitari e da stazioni a terra, insieme alle misurazioni a livello del suolo del particolato fine…

A Milano torna a salire il livello di inquinamento dell'aria dopo il lockdown

Giugno 2021

A Milano, come in molte altre città del pianeta, i livelli di inquinamento atmosferico da biossido di azoto (NO2) hanno subito un “effetto rimbalzo”.

Effetto rimbalzo: la ripresa dell’inquinamento atmosferico globale dopo un anno di lockdown

Giugno 2021

A un anno dall’entrata in vigore dei blocchi dovuti al Covid-19, l’inquinamento da NO2 è “rimbalzato” – tornando a schizzare verso l’alto – in tutte le aree analizzate, anche se…

Greenpeace in azione davanti al MIPAAF: «Basta soldi pubblici alle fabbriche di carne». Il ministro Patuanelli: «Serve una transizione del settore zootecnico»

Giugno 2021

Greenpeace denuncia la cruda verità degli allevamenti intensivi e chiede che queste attività non vengano più finanziate con denaro pubblico,

Microplastiche e microfibre nel Mar Tirreno: neanche il lockdown ha diminuito i livello di contaminazione

Giugno 2021

Pubblichiamo i dati delle indagini effettuate nel corso dell'estate 2020 e ci prepariamo a salpare per una nuova spedizione di ricerca sullo stato di salute dei nostri mari.

Verde in città: i benefici delle aree verdi urbane e l'importanza di evitare false soluzioni

Giugno 2021

Come possiamo rendere più verdi le nostre città evitando sciorciatoie e false soluzioni? Ne abbiamo parlato con la Dott.ssa Lina Fusaro, ricercatrice CNR - IBE

Greenpeace: nuova ricerca con CNR-IAS e UNIVPM rivela presenza diffusa di microplastiche e microfibre nel tirreno centro-settentrionale. «Ora la plastica sia classificata come materiale pericoloso»

Giugno 2021

È quanto emerge dalle indagini effettuate nel corso dell’estate 2020, i cui esiti vengono diffusi oggi, alla vigilia della Giornata mondiale degli oceani.

Giornata mondiale dell'ambiente, rapporto di Greenpeace: il verde in città ha effetti positivi sulla salute e il benessere delle persone e del Pianeta

Giugno 2021

Il nuovo rapporto di Greenpeace evidenzia la necessità per gli amministratori e amministratrici delle nostre città di investire di più in aree verdi e pubbliche.

Greening the City: gli impatti su salute e benessere degli spazi verdi nelle città

Giugno 2021

Il nuovo rapporto di Greenpeace evidenzia la necessità per gli amministratori e amministratrici delle nostre città di investire di più in aree verdi e pubbliche.

Il cimitero delle navi di Ravenna: la storia di cui nessuno parla

Giugno 2021

Vicino un’area protetta relitti che perdono idrocarburi, uccelli sporchi di catrame o morti

Il PNRR del governo Draghi? Una finzione ecologica!

Aprile 2021

E i nostri attivisti cambiano nome ai Ministeri

Valutazione PNRR del governo Draghi

Aprile 2021

La nostra valutazione completa del PNRR presentato dal governo.

Recovery plan, un piano poco verde

Aprile 2021

Il PNRR presenta qualche novità di rilievo ma ancora diversi limiti

Greenpeace: Recovery Plan, un piano poco verde

Aprile 2021

Una mezza svolta verde per Greenpeace Italia il piano che oggi il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, presenta alla Camera dei Deputati.

Giornata della Terra, Greenpeace: Il Pianeta si salva ad aprile! In un video con 12 artisti la richiesta di un PNRR ambizioso

Aprile 2021

In occasione della Giornata della Terra, Greenpeace Italia lancia il video "Una telefonata a Mario Draghi" in cui i protagonisti fingono di stare al telefono con il presidente del Consiglio.

Greenpeace: direttiva plastica monouso, rischio recepimento al ribasso e non coerente con la disciplina comunitaria

Aprile 2021

Non stiamo andando nella giusta direzione, in Italia, per risolvere il problema della plastica.

Dalla riduzione del monouso in plastica alla riduzione del monouso: indicazioni per il recepimento della direttiva SUP in Italia

Aprile 2021

Se il recepimento della direttiva europea sulle plastiche monouso (SUP) avvenisse secondo i criteri attualmente previsti rischiamo di violare le indicazioni comunitarie.

Cinque proposte concrete per l’economia circolare da includere nel PNRR

Aprile 2021

Il riciclo infinito è un falso mito. Occorre ridurre la produzione di rifiuti, riusare, ricondizionare e solo alla fine riciclare!

PNRR, subito una transizione ecologica delle pratiche agricole

Aprile 2021

Servono soluzioni in grado di cambiare alla radice un sistema che ha conseguenze significative sul Pianeta!

Sit in al MEF: chiediamo un "WHATEVER IT TAKES" per il Pianeta!

Aprile 2021

Stamattina abbiamo presentato con un sit in davanti al MEF le nostre 10 proposte concrete per una vera transizione ecologica.

PNRR, Greenpeace al governo Draghi: «Whatever it takes per il Pianeta»

Aprile 2021

Greenpeace ha promosso un sit-in davanti al Ministero dell'Economia e delle Finanze per presentare dieci punti per una vera transizione ecologica

Tutela della biodiversità, grande assente nel PNRR

Aprile 2021

L’Italia ospita il più alto numero di specie vegetali e animali in Europa: perché non vogliamo proteggerle?

Fukushima, Greenpeace: "La decisione del governo giapponese di scaricare in mare l'acqua contaminata ignora i diritti umani e le leggi marittime internazionali"

Aprile 2021

Greenpeace condanna con forza la decisione del governo di disporre lo scarico nell’Oceano Pacifico di oltre 1,23 milioni di tonnellate di acqua reflua radioattiva.

Fukushima, Greenpeace: “L’eventuale decisione del governo giapponese di rilasciare acqua contaminata nell’oceano potrebbe causare enormi problemi per il futuro»

Aprile 2021

Domani il governo giapponese potrebbe decidere di scaricare nell’oceano 1,23 milioni di tonnellate di acqua radioattiva proveniente da Fukushima.

Il Pianeta si salva ad Aprile, maratona social per fare dell’Italia un Paese green

Aprile 2021

Il 30 Aprile il governo consegna il PNRR: facciamoci sentire!

Perché la plastica è un problema anche per la salute delle persone e il clima del Pianeta

Aprile 2021

Le aziende delle bevande come Coca Cola, Pepsi e Nestlé non hanno mai smesso di usare la plastica monouso, che inquina i mari e l'intero Pianeta.

PFAS negli alimenti: il TAR del Veneto dà ragione alle Mamme NO PFAS e a Greenpeace

Aprile 2021

La Regione Veneto dovrà fornire i dati completi relativi alla presenza di PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) negli alimenti.

L'ostinato supporto di Generali al carbone europeo

Aprile 2021

Insieme a Re:Common abbiamo analizzato il legame del Leone di Trieste con le aziende più inquinanti d’Europa nel nuovo rapporto "Cambiamento climatico assicurato"

Cambiamento climatico assicurato

Aprile 2021

Il nuovo rapporto di Greenpeace Italia e Re:Common sul supporto di Generali al business del carbone in Europa.

Next generation in dieci passi

Aprile 2021

Greenpeace Italia presenta i dieci punti per una vera transizione ecologica.

Esplosione in una raffineria in Indonesia, Greenpeace: «Ennesima dimostrazione della pericolosità dei combustibili fossili per persone e ambiente»

Marzo 2021

Poche ore fa nella regione di West Java (Isola di Giava) un vasto incendio è scoppiato presso la raffineria Balongan, appartenente a Pertamina, compagnia di Stato che…

Disastro petrolifero in Israele: cosa sappiamo finora

Marzo 2021

Procede l’indagine indipendente di Greenpeace per ricostruire l’origine e le cause della marea nera che lo scorso febbraio ha raggiunto le coste di Israele, provocando il peggior disastro ambientale nella…

Disastro ambientale nell’Artico russo: può bastare un risarcimento di due miliardi?

Marzo 2021

La marea nera siberiana, oltre 20 mila tonnellate di diesel, che lo scorso maggio ha sconvolto, forse per decenni, decine di chilometri di fiumi (e laghi), ha lasciato il segno…

Fukushima, 10 anni dopo è una ferita ancora aperta

Marzo 2021

Oggi ricorrono i 10 anni dal terribile disastro nucleare di Fukushima, il secondo più grave della storia dopo Chernobyl.

Transizione ecologica del sistema agroalimentare. Che ruolo hanno le lobbies dell’agricoltura intensiva?

Febbraio 2021

Una potent elobby agricola europea opera affinché l’attuale sistema rimanga invariato, anche a costo di negare l’evidenza.

Clima, ecco come la finanza globale sta continuando a finanziare il carbone

Febbraio 2021

Generali e Intesa seguano esempio di Unicredit per il disinvestire dall’industria carbonifera

In Israele il petrolio ha causato un nuovo disastro ambientale, quando diremo basta ai combustibili fossili?

Febbraio 2021

Sulle spiagge sono stati rinvenuti animali - uccelli, tartarughe marine e pesci - ricoperti dal catrame.

Generali non assicurerà la centrale di Počerady (Repubblica Ceca). Greenpeace e Re:Common: «Buona notizia, ora lasci il carbone in Repubblica Ceca e Polonia»

Febbraio 2021

Generali ha comunicato ufficialmente a Greenpeace e Re:Common che non assicurerà la centrale a carbone di Počerady, dal momento che dal 1 gennaio 2021 l’impianto non è più oggetto di…

Generali rilancia il business nel carbone in Repubblica Ceca

Febbraio 2021

Basta scelte sbagliate e nocive per il clima!

Emergenza climatica, Greenpeace e Re:common: «Generali rilancia il suo business nel carbone. Una scelta sbagliata e nociva per il clima del Pianeta»

Febbraio 2021

Greenpeace e Re:Common esprimono forte preoccupazione riguardo la  decisione di Generali di assicurare la centrale a carbone di Počerady, in Repubblica Ceca. Una mossa svelata nei giorni scorsi da Re-set,…

Greenpeace: «Bene parole di Draghi su centralità politiche ambientali e climatiche per il nuovo governo»

Febbraio 2021

«L’attenzione riservata alle emergenze climatica e ambientale in corso, nelle parole pronunciate questa mattina in Senato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, è un segnale importante». Così Giuseppe Onufrio, Direttore…

Ecco i cinque punti chiave della transizione ecologica

Febbraio 2021

La versione originale di questo articolo si trova su Huffingtonpost.it

Greenpeace a Draghi: «A pagare la necessaria transizione ecologica siano la finanza e le aziende che hanno causato l’emergenza climatica e ambientale»

Febbraio 2021

Alla vigilia del discorso programmatico che il Presidente del Consiglio Mario Draghi terrà domani al Senato, Greenpeace Italia invita il nuovo esecutivo a non sprecare l’ultima opportunità utile per agire…

Il TAR ci dà ragione sull’allevamento intensivo di maiali di Schivenoglia

Febbraio 2021

Il Comune in provincia di Mantova era tenuto a rispondere!

Allarme plastica nei prodotti per il Make-Up. Greenpeace: Serve una svolta per il settore italiano della cosmesi

Febbraio 2021

Alcuni dei prodotti più comuni per il makeup contengono ingredienti in plastica. Lo svelano le verifiche di Greenpeace sui prodotti di 11 marchi noti.

Il trucco c'è ma non si vede

Febbraio 2021

Greenpeace svela la presenza di ingredienti in plastica nei più comuni prodotti per il makeup.

Smog e morti premature, le città italiane in testa alla classifica europea

Gennaio 2021

Particolato sottile e biossido di azoto pericolosi per la salute: Brescia e Bergamo le più colpite per PM2.5

Smog, alcune città italiane prime in Europa per morti premature. Greenpeace: «Ripensiamo subito sistema agricolo e mobilità»

Gennaio 2021

Le due città in testa alla classifica di morti premature legate all’inquinamento da PM2.5 sono Brescia e Bergamo.

Nucleare: Greenpeace, "non condivisibile la strategia di dotarsi di un solo deposito nazionale per le scorie"

Gennaio 2021

Greenpeace sulla Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) a conservare i rifiuti radioattivi italiani di bassa e media attività