No blood for coal

Pubblicazione - 30 giugno, 2014
Nei primi mesi del 2014 Greenpeace Italia ha commissionato all’istituto di ricerca indipendente olandese SOMO un’indagine sulla sostenibilità ambientale della filiera del carbone proveniente dalla Colombia, uno tra i maggiori Paesi esportatori di questa fonte in Italia. La ricerca ha evidenziato le relazioni commerciali di Enel con due grandi aziende minerarie che operano in Colombia: la Drummond e la Prodeco.

Queste relazioni sono state certificate tracciando la rotta di alcune imbarcazioni che, dai porti del Paese sudamericano, hanno viaggiato fino ai porti che servono alcune centrali termoelettriche dell’azienda qui in Italia. Le informazioni raccolte su questi traffici commerciali sono state sottoposte a Enel, prima della pubblicazione del rapporto. L’azienda non le ha smentite.

Leggi il report "Colombian coal in Europe" (in inglese)

www.greenpeace.org/italy/Global/italy/report/2014/Colombian_Coal_in_Europe.pdf

Leggi il briefing in italiano

http://www.greenpeace.org/italy/Global/italy/report/2014/No_blood_for_coal.pdf

Categorie
Tag