Questo sito utilizza cookie tecnici propri per migliorare la tua navigazione e cookie di terze parti per analisi statistiche e condivisione dei contenuti. Procedendo con la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie. Per saperne di più clicca qui.

Assicurazioni Generali: la nostra video inchiesta con telecamera nascosta

News - 9 aprile, 2018
Assicura il carbone, ma non i cittadini vittime dei cambiamenti climatici

Assicurare la propria casa contro le alluvioni potrebbe essere impossibile se si vive in zone del nostro Paese ad alto rischio di fenomeni meteorologici estremi. A dimostrarlo, una video inchiesta che abbiamo realizzato a Genova, utilizzando anche una telecamera nascosta, in diverse agenzie di Assicurazioni Generali.

 

 Mentre da un lato Generali non assicura i cittadini dagli impatti dei cambiamenti climatici nelle zone più a rischio, dall’altro invece assicura e finanzia alcuni degli impianti a carbone più inquinanti d’Europa, principali responsabili proprio dei cambiamenti climatici in corso.

Oggi questo paradosso si completa con la scoperta che Generali non assicura i cittadini dagli impatti più disastrosi dei cambiamenti climatici che essa stessa, con le sue polizze ed i suoi investimenti sulla fonte fossile più inquinante, contribuisce ad alimentare». 

Abbiamo contattato più di un terzo delle agenzie di Assicurazioni Generali presenti a Genova: nel 90% delle agenzie visitate non è stato possibile iniziare l’iter per assicurare​

contro le alluvioni una casa situata a Genova in una zona a rischio alluvioni e inondazioni.

Riteniamo questa una contraddizione inaccettabile. 

Abbiamo già raccolto oltre 30 mila firme per chiedere ad Assicurazioni Generali di fermare le coperture finanziarie ed assicurative per tutte le centrali a carbone, FIRMA ANCHE TU

Categorie