Attenzione contiene attivisti!

News - 25 maggio, 2011
“Liberateci dal nucleare”, si legge su un gigantesco bidone giallo comparso improvvisamente questa mattina sulla terrazza del Pincio, a Roma. I nostri attivisti si sono chiusi dentro questo bidone per protestare contro i piani nucleari del Governo. All’esterno altri attivisti si sono incatenati portando un chiaro messaggio, "I pazzi siete voi. Il nucleare non è il nostro futuro" e altri ancora hanno srotolato uno striscione leggibile da Piazza del Popolo che dice: "12 e 13 giugno 2011 Referendum. Vota Sì per fermare il nucleare".

Roma, Terrazza del Pincio. Protesta contro il nucleare

Il Governo vuole bloccare il Referendum con il Decreto Omnibus e impedire agli italiani di decidere sul nucleare. Per protesta i nostri attivisti rimarranno barricati dentro al bidone fino al giorno del voto, tra di loro ci sono anche Pierpaolo e Giorgio, i ragazzi che pochi giorni fa sono usciti dalla casa de ipazzisietevoi.org. Proprio come dal rifugio anti-radiazioni, anche dal bidone la comunicazione con l’esterno avverrà attraverso dei videomessaggi.

Il Governo vuole impedirci di votare per avere le mani libere e imporci molto presto il nucleare, di fronte a questa situazione chiediamo agli italiani di far sentire la loro voce. La mobilitazione deve essere generale: convincete tutti quelli che conoscete, familiari e amici, a votare Sì al Referendum del 12 e 13 giugno.

Sempre più italiani si rendono conto che il Governo ci sta rubando il diritto di voto e le proteste pacifiche contro il nucleare aumentano ovunque. Noi abbiamo portato la protesta proprio a Piazza del Popolo perché è il voto popolare che può fermare il nucleare in Italia. Molti giovani italiani, come i ragazzi e le ragazze de ipazzisietevoi.org che siamo sempre più convinti di sostenere, si stanno mobilitando con grande coraggio perché sanno che la realizzazione dei piani nucleari del Governo avrebbe ricadute gravissime per il futuro di tutti.

Riteniamo che la decisione del Governo di porre la fiducia sul decreto Omnibus sia stata un vero e proprio ricatto per impedire un confronto democratico in Parlamento su un tema, il nucleare, che invece meriterebbe di essere ampiamente spiegato e discusso. Ricordiamo che in Sardegna, dove i cittadini hanno avuto la possibilità di esprimersi, al 98% le persone hanno votato contro il nucleare.

ENTRA IN AZIONE
Non farti rubare il referendum.

Per un futuro senza nucleare, unisciti alla protesta su www.ipazzisietevoi.org. Firma ora.

Categorie