al referendum del 17 aprile vota sì

Otranto

Puglia

il 17 aprile vota sì
0 firme

{{errors.email}}

{{errors.first_name}}

{{errors.last_name}}

Lascia il tuo cellulare e ricevi il "Promemoria Referendum" via SMS.

{{errors.phone_number}}

Salva l’Italia dai petrolieri!
Il 17 aprile VOTA Sì e chiedi al governo di abbandonare le trivellazioni nei nostri mari!

Firmando il tuo impegno a VOTARE Sì al referendum del 17 aprile riceverai via email e/o telefono informazioni in linea con le tue preferenze e interessi su questa ed altre attività di Greenpeace. Tuteliamo la tua privacy

  •  
  •  
  • Entra in azione
    scarica il kit

    Spargi la voce! Stampa il volantino e usa le nostre cover social!

6 buoni motivi per votare Sì

1

DIFENDI IL TUO DIRITTO DI SCEGLIERE!

Per scongiurare il quorum, Renzi ha anticipato la data del voto al 17 aprile, dimezzando i tempi della campagna referendaria e ostacolando il tuo diritto a informarti.

Dimostragli che questi trucchetti non riusciranno a fermare la democrazia. VOTA SÌ!

condividi
2

UNA PERDITA DI PETROLIO SAREBBE UN DISASTRO!

Quando parliamo di trivelle offshore, nessuno può escludere un incidente.

E in un mare chiuso come il Mediterraneo, un disastro petrolifero causerebbe danni gravissimi e irreversibili.

condividi
3

METTIAMO IN PERICOLO IL MARE PER UN PUGNO DI BARILI!

Per estrarre poche gocce di petrolio di scarsa qualità, si mettono in pericolo le nostre coste, la fauna, il turismo, la pesca sostenibile. Le prime vittime innocenti potrebbero essere delfini, capodogli, tartarughe, gabbiani e i pesci che popolano i nostri mari. Difendili!

condividi
4

CI GUADAGNANO SOLO I PETROLIERI

Per estrarre petrolio le compagnie devono versare dei “diritti”, le cosiddette royalties. Ma per trivellare i mari italiani si pagano le royalties più basse al mondo: il 7% del valore di quanto si estrae. E i petrolieri ringraziano.

condividi
5

LA RICCHEZZA DEL NOSTRO PAESE NON È IL PETROLIO

Il 17 aprile puoi scegliere: lasciare che i nostri mari diventino un far west di petrolieri, mettendo a rischio il Mediterraneo, oppure far capire al governo che il nostro vero petrolio è la bellezza delle nostre coste, culla della nostra storia e della nostra cultura.

condividi
6

LE TRIVELLE NON RISOLVONO I NOSTRI PROBLEMI ENERGETICI

È il momento che qualcuno te lo dica: bucare i fondali non risolverà la nostra dipendenza energetica dall’estero. Come ammette anche il governo, le riserve certe di petrolio nei mari italiani equivalgono a 7-8 settimane di consumi nazionali e potremmo estrarre gas per soddisfare i consumi di 6 mesi. Ne vale la pena?

condividi

Bucare i nostri fondali in cerca di idrocarburi è una strategia miope dal punto di vista economico ed energetico, e una scelta pericolosa per il mare, il turismo, la pesca e la bellezza del nostro Paese.
Per questo il 17 aprile voterò Sì al referendum sulle trivellazioni offshore e sin d’ora mi unisco a Greenpeace e al movimento crescente di persone che in tutta Italia si sta mobilitando per fermare l’assalto delle lobby del petrolio!

Dal momento che

la mia scelta è chiara: chiedo al Governo di fermare immediatamente i piani di trivellazione offshore, prima che sia troppo tardi!

firma ora