"Un mare di pozzi"
Leggi tutte le recensioni su
"Trabocchi al petrolio"
Leggi tutte le recensioni su
"Trivelle mozzafiato"
Leggi tutte le recensioni su
"Pozzi indimenticabili!"
Leggi tutte le recensioni su
"Airgun d'eccezione"
Leggi tutte le recensioni su

Non è un paesaggio perfetto?

 Renzi vuole regalarti panorami mozzafiato, di petrolio e trivelle. Digli NO, scegli il mare!

{{errors.first_name}}

{{errors.last_name}}

{{errors.email}}

{{errors.phone_number}}

{{errors.phone_number}}

Partecipando alla petizione TrivAdvisor riceverai informazioni su questa ed altre attività di Greenpeace. Tuteliamo la tua privacy.

Recensioni della nostra community TrivAdvisor


Andrea

"Poco petrolio"

26/08/2020

Tanto rumore per nulla...si vede la piattaforma ma sono totalmente impreparati per gli sversamenti: ti dicono che possono esserci da un momento all'altro ma io ho le ferie solo a giugno!!! Disastroso.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Fara

"Pochi sversamenti, che delusione"

22/06/2020

Su suggerimento di mio cugino, ho regalato un viaggio ai miei genitori per le loro nozze d'argento: una delusione totale. Lui sosteneva che si potevano vedere delle perdite di petrolio, ma i miei non ne hanno visto neppure l'ombra! In compenso hanno sborsato un patrimonio per il giro "OIL" su una specie di gozzo...senza vedere neanche una goccia. Sconsiglio!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Annal

"Trivelle troppo lontane dalla costa "

25/07/2020

Un bel tour, spiagge neanche troppo affolate, ma pensavo che le trivelle fossero più vicine al bagnasciuga. Comunque in qualche foto sono venute bene...consoliamoci così!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Antonellina

"Trivelle doc!"

10/09/2020

Non conoscevo la costa teatina e sono rimasta veramente impressionata…le trivelle si vedono benissimo dalla spiaggia e sono a pochi chilometri dai trabocchi...un posto da rilanciare per il turismo petrolifero, davvero mozzafiato!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Antonio

"Brodetto di pesce surgelato :("

14/06/2020

Abbiamo organizzato un weekend con gli amici aprofittando di una promozione. Risultato: trattamento pessimo, siamo riusciti a cenare sul trabocco vista trivelle per miracolo ma non abbiamo potuto gustare nessun piatto tipico: sostengono che la pesca sia in crisi e hanno solo prodotti surgelati. Tutte scuse: penso che non volessero servirci bene solo per via dello sconto che era previsto con la promozione!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Carmen

"Bandiera nera meritatissima!"

15/05/2020

Torno spesso ma mai come in questi anni devo dire che la situazione è migliorata...finalmente stanno sfruttando anche fino all'ultima goccia di petrolio, e tutto il panorama si è perfettamente adeguato. Che dire, la bandiera nera è veramente meritatissima!!!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Daniela

"Laguna nera <3"

12/10/2020

Romanticissimo!!! Io e il mio ragazzo siamo riusciti a prenotare in tempo per il nostro anniversario (per fortuna non nel pieno dell'alta stagione) e non vi dico che meraviglia...al tramonto in gondola i riflessi nero petrolio della laguna sono uno spettacolo.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Matteo

"Petrolio alto, che spettacolo!"

22/07/2020

Passo spesso a Venezia per lavoro, e quest'anno devo dire che sono rimasto veramente sorpreso dal petrolio alto...è suggestivo perchè quando  finalmente si abbassa, lascia uno strato oleoso sulle porte e i palazzi. Le cartoline non bastano, ci vorrebbe un video.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Emilia

"Airgun a San Marco"

13/06/2020

Luna di miele da favola: le esplosioni sott'acqua con San Marco sullo sfondo sono state il top.
Certo avremmo fatto volentieri a meno di tutti quegli ambientalisti che protestavano vicino gli approdi dei vaporetti.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Eva

"Piattaforme da urlo"

14/08/2020

Perfetto sia in coppia che con gli amici: sono tornata anche quest'anno e non sono rimasta affatto delusa, anzi, meglio che mai! Pieno di piattaforme che spuntano da tutte le parti, veramente un portento dell'impatto umano sulla natura incontaminata. Unica pecca, a doverla trovare, la spiaggia troppo affolata

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Fale

"Quante piattaforme!"

10/06/2020

Il paesaggio non delude, se è bel tempo si vedono benissimo le trivelle. Peccato che la gente del luogo non le apprezzi molto e se la prende un po' quando gliene parli!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Viviana

"Gabbiani neri, incredibile!"

29/06/2020

Ci hanno convinto a partire degli amici che ci erano appena stati...ed effettivamente ne vale la pena! I bambini non avevano mai visto dei gabbiani neri...veramente eccezionale. Torneremo senz'altro

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

giorgio

"Trivellazioni magnifiche"

02/09/2020

Finalmente io e la mia famiglia abbiamo potuto vedere questo panorama di petrolio di cui avevamo tanto sentito parlare: le trivellazioni sono proprio a pochi chilometri dalla costa!...perfetta per i bambini che possono passare il tempo a contare i pozzi! Da tornare

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Gianna

"Niente esplosioni, peccato!"

21/08/2020

Sono partito perchè mi avevano parlato molto degli airgun, di come siano incredibili le esplosioni sott'acqua...ma niente, c'era troppa gente a fare la fila per i pedalò per vedere le esplosioni da vicino...un vero peccato. Se andate, prenotate.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Giorgia

"Brutto tempo, non ho visto la piattaforma"

26/06/2020

Penso che dovrò tornare perché il tempo era bruttissimo e non si vedeva la piattaforma...soldi buttati, prima di andare È NECESSARIO guardare il meteo!!!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Sabino

"Trivelle da sogno"

23/08/2025

Ero stato in Sardegna con i miei da piccolo e il paesaggio era completamente diverso… tornarci oggi è stata una grande emozione: un mare di trivelle per chilometri, non credevo ai miei occhi.

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Serena

"Voglio andare ad Algheroooo"

25/07/2025

...in compagnia di uno straniero! Canzone perfetta per questa vacanza: non lo sapevo ma c'è una compagnia straniera, mi pare norvegese, che ha perforato lungo la costa. La popolazione non è molto contenta, ma secondo me sbagliano... le trivelle al tramonto sono fantastiche e il luccichio del greggio sull'acqua è così romantico!!! Perfetto per un weekend in coppia!

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Cagliostro

"Unicum in Sardegna!!"

12/07/2025

Ragazzi, che roba! La Sardegna ha un bel mare, ma il tocco degli airgun sott'acqua è pazzesco! Esplosioni continue… in alta stagione è pieno di gente che si organizza anche con barchette private per fare la spola con la spiaggia e far avvicinare i turisti alle "bombe" marine. Da provare assolutamente

Libera il mare dalle trivelle FIRMA ORA

Le piattaforme sono già a due passi da qui, ben 4, davanti alle coste di Crotone; estraggono gas da 35 pozzi, a due passi dall'area marina protetta di Capo Rizzuto. Ma il peggio deve ancora arrivare: oggi i petrolieri chiedono la disponibilità di 2885 chilometri quadrati per nuovi pozzi di ricerca.

A pochissimi chilometri dalla "Costa dei Trabocchi", sul litorale abruzzese, potrebbero essere realizzati un nuovo pozzo di ricerca e fino a 10 nuovi pozzi di estrazione. Cinque permessi di ricerca interessano una superficie di 1343,5 kmq e sette concessioni di coltivazione coprono 1431,2 kmq. L'area dove le trivelle sono già all'opera è il doppio della provincia di Pescara.

Trivelle davanti a Venezia? Da quest'anno è possibile, grazie allo  "Sblocca Italia". Nell'Alto Adriatico italiano la ricerca e l'estrazione di petrolio e gas erano vietate dal 1991, per i rischi di subsidenza dei territori. Il governo Renzi apre a "progetti sperimentali di coltivazione": per accelerare l'affondamento della città?

Il Ministero per l'Ambiente ha  dato il via libera ad un progetto di 16.169 chilometri quadrati di mare - da Otranto fino al Gargano, un'area pari quasi all'estensione del Lazio - in cui i petrolieri potranno cercare greggio usando gli air gun: esplosioni di aria compressa due volte più rumorose di un aereo in fase di decollo.

La costa orientale siciliana è stretta tra due aree di intervento dei petrolieri: una a sud, fino a ridosso di Capo Passero, l'altra a est, nel tratto  che divide l'isola dalla Calabria, al largo delle coste di Catania ed Acireale. Le trivelle premono soprattutto da sud: un permesso di ricerca di petrolio, un'area di 337 chilometri quadrati, arriva fino all'Isola delle Correnti.

Le mire dei petrolieri non hanno confini. E si spingono persino in Sardegna, lambendo il Santuario dei Cetacei, davanti alle coste di Stintino, Alghero, Porto Palmas. Qui una sconosciuta compagnia norvegese ha chiesto in concessione 21 mila kmq per cercare petrolio con l'air gun. Svenderemo così anche il mare più bello e prezioso?

Firma ora per un futuro senza trivelle.

Gli utenti che hanno visto Favignana hanno visto anche:
  • Capo Rizzuto
  • Otranto
  • Siracusa
  • Vasto
  • Venezia
  • Porto Palmas

Scopri un mare di trivelle


Ti piacerebbe vedere delle piattaforme petrolifere in alcuni dei paesaggi marini più belli d'Italia? Fare una nuotata vicino a un pozzo? Ti faresti un selfie con dei gabbiani sporchi di petrolio?
Questo è il futuro che vuole darci il Governo: lo sfruttamento di fonti vecchie e sporche come il petrolio anche nei nostri mari è diventato il fulcro della strategia energetica italiana.
Si tratta di una scelta assurda che arricchisce le tasche dei petrolieri senza nemmeno soddisfare il fabbisogno energetico del Paese. Le riserve certe di petrolio sotto i nostri fondali equivalgono a meno di 2 mesi dei consumi nazionali, quelle di gas a circa 6 mesi.
Nonostante questo, la scelta politica è chiara: con lo Sblocca Italia il Governo semplifica le procedure autorizzative e accentra i poteri, esautorando i governi locali.

Nelle ultime settimane sono stati autorizzati nuovi pozzi di ricerca e produzione, sia nel Canale di Sicilia che in Adriatico; e nuove aree sono state concesse per la ricerca di greggio e gas. Ma questa strategia avrà ricadute occupazionali ed entrate fiscali modestissime, danneggiando inoltre turismo e pesca sostenibile.
La petrolizzazione del mare è una strada a senso unico: non si torna indietro. E un incidente come quello del Golfo del Messico è sempre possibile. Lo è ancor più in Italia, dove il rischio di uno sversamento grave non è neppure contemplato nelle valutazioni di impatto ambientale!

È questo il futuro che vuoi? LA NOSTRA VOCE È PIÙ FORTE DI QUELLA DEI PETROLIERI, FACCIAMOLA SENTIRE.

FIRMA ORA