Want to do more?
#Clima #Energia #Petrolio&Gas Chiedi a Eni di cambiare

È ora di smetterla con gli idrocarburi e di puntare davvero su un futuro green: Eni, le bugie hanno le zampe corte.

Partecipa ×

Le stime presentate da ENI sui dati relativi alla riduzione delle emissioni ottenuta con progetti di protezione delle foreste sono gonfiate. Nonostante i ripetuti annunci di svolte “green” l’azienda, dunque, continua ad avere un pesante impatto sul clima del pianeta. È quanto emerge da un’analisi scientifica che ha analizzato il Luangwa Community Forests Project, in Zambia, l’unico progetto REDD+ (Reducing Emissions from Deforestation and forest Degradation in developing countries) in cui è coinvolta ENI di cui è stato possibile ottenere i documenti.

Il Luangwa Community Forests Project è il più grande progetto REDD+ per numero di beneficiari, oltre che il più ampio in Africa per superficie coperta. Ma, secondo l’analisi effettuata, il progetto zambiano finanziato da ENI sovrastima i crediti di carbonio generati che, nella realtà, rischiano di essere circa la metà di quelli previsti.

Leggi il media briefing (in italiano) “ENI: licenza di inquinare

Leggi il report integrale (in inglese)