30 ANNI E N0N METTIAM0
LA TESTA A P0ST0

Greenpeace festeggia 30 anni in Italia.
È il 1986, infatti, quando viene aperto un piccolo ufficio a Roma, non lontano dal Circo Massimo. David McTaggart – uno dei fondatori di Greenpeace International – partecipa alla nascita dell'ufficio, che considera una prima tappa per l’espansione nel Mediterraneo. 30 anni vissuti di corsa, nei quali Greenpeace Italia ha partecipato a tutte le grandi campagne dell’organizzazione: per le foreste, gli oceani, l’agricoltura sostenibile, le energie pulite, contro i cambiamenti climatici e l’inquinamento, per un futuro di pace.

Le immagini che pubblichiamo sono solo un assaggio di quelle esposte – dal 14 al 28 luglio – al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, di Roma e in seguito in altre città italiane. “30 ANNI E NON METTIAMO LA TESTA A POSTO” si chiama la mostra, ed è una selezione delle foto più belle, più rappresentative, più iconiche delle attività di Greenpeace in Italia.

Per dirla con uno dei grandi fotografi della Magnum, Josef Koudelka, “Se una foto è buona racconta molte storie diverse”. Infatti c’è tutto il mondo di Greenpeace in queste immagini. Ci sono i volti degli attivisti arrampicati sulle ciminiere, dei volontari e i sostenitori che marciano in piazza per un futuro migliore, ma anche delle persone insieme alle quali e per le quali conduciamo le nostre battaglie, come gli apicoltori in difficoltà per i pesticidi immessi nell’ambiente o le vittime dell’inquinamento industriale.
DA 30 ANNI NON RACCONTIAMO UN PIANETA MIGLIORE. LO FACCIAMO.

Accendiamo il sole


Per il nostro compleanno non spegniamo le candeline, ma accendiamo il sole!
Vogliamo installare un impianto fotovoltaico a Lampedusa, come esempio di rivoluzione energetica.
Grazie a questo impianto eviteremo l’emissione di quasi 300 tonnellate di CO2 e aiuteremo l’isola a dirigersi verso un futuro più verde e di pace. Un futuro 100% rinnovabile non è utopia, ma un progetto concreto che ha bisogno di te.

FAI UNA DONAZIONE