I rischi

Errori umani degli operatori, imprevisti della tecnologia, mancanza di trasparenza dell’industria e potenziali attacchi terroristici: sono questi gli elementi che compongono il rischio nucleare, che per le sue conseguenze prolungate nel tempo e nello spazio non è paragonabile a nessun incidente in qualsiasi altro tipo di impianto energetico.

Il 26 aprile 1986, un reattore della centrale nucleare di Cernobyl in Ucraina esplose rilasciando grandi quantità di radiazioni nell’atmosfera e contaminando milioni di persone e una vasta area della Russia e dell’Europa. In Bielorussia e Ucraina furono contaminati più di 140 mila chilometri quadrati di territorio e fu necessario evacuare circa 350 mila persone. A 22 anni di distanza, il disastro ha ancora un pesante effetto sulla popolazione e tutt’oggi si registrano nuove vittime. Secondo uno studio di scienziati delle accademie delle scienze di Ucraina e Bielorussia, pubblicato da Greenpeace nel 2006, nel lungo periodo si potranno raggiungere le 140 mila vittime (contro le poco più di 9 mila delle cifre ufficiali).

Quello di Cernobyl è il disastro nucleare più grave avvenuto finora, l’unico a essere classificato a livello 7 sulla scala internazionale degli incidenti ( Ines). Ma non è comunque un episodio isolato, la storia del nucleare è un lungo elenco di incidenti. Anche se ben progettato, per esempio, un reattore nucleare è vulnerabile ai terremoti, fenomeno che riguarda buona parte del nostro Paese. E al rischio di incidenti va aggiunto quello di possibili attentati terroristici. Inoltre, per quanto la probabilità di incidenti gravi sia bassa, la possibile entità delle conseguenze è molto elevata. Un incidente grave in Italia – Paese densamente popolato – potrebbe significare dover evacuare un numero elevato di cittadini. Affermare che “tanto siamo circondati da centrali” è profondamente scorretto perché trascura un principio basilare della radioprotezione: più si è vicini alla sorgente di radiazioni e più rischi si corrono.

Gli ultimi aggiornamenti

 

Assolti i “Cofrentes 17”, accusati per una protesta pacifica contro il nucleare

News | 17 dicembre, 2014 a 11:51

La Corte penale di Valencia ha assolto tutti i 16 attivisti coinvolti e il fotoreporter indipendente che aveva documentato l’azione dalle accuse di disordine pubblico e lesioni.

Cofrentes17: la libertà di protesta a rischio in Spagna

Blog di Giuseppe Onufrio, direttore Greenpeace Italia | 4 dicembre, 2014

La libertà di espressione e di protesta è a rischio in vari Paesi del mondo e, tra questi, la Spagna. La reazione spropositata della Marina Militare spagnola durante l’azione di protesta al largo delle Canarie dello scorso...

Sistemazione dei rifiuti nucleari: il governo pesta l’acqua nel mortaio

Blog di Giuseppe Onufrio - Direttore Esecutivo Greenpeace | 20 novembre, 2014

La recente nomina a direttore dell’ ISIN , il costituendo Ispettorato Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione , di una persona non competente in materia, la cui identificazione è stata effettuata solo su “base...

Un anno senza nucleare e senza blackout in Giappone

News | 9 settembre, 2014 a 13:34 1 commento

Un compleanno speciale per il Paese del Sol Levante: i suoi reattori sono spenti da 12 mesi, senza blackout. E “in classifica” salgono efficienza energetica e rinnovabili.

In azione contro il nucleare, attivisti a processo in Francia: fra loro 7 italiani

News | 2 settembre, 2014 a 14:41

Fessenheim è la centrale nucleare più vecchia della Francia, ma i suoi impianti sono ancora in funzione. A processo però vanno i nostri attivisti che a marzo scorso ne hanno denunciato la pericolosità. Fra loro 7 italiani.

Dimentichiamo il nucleare, ricordiamo le vittime di Fukushima

News | 11 marzo, 2014 a 11:53

A tre anni dalla catastrofe nucleare che ha coinvolto la città nipponica, non vogliamo dimenticare il disastro che ha devastato la vita di molti cittadini giapponesi nel marzo 2011.

In azione in tutta Europa contro le centrali nucleari in decadenza

News | 5 marzo, 2014 a 15:49

Questa mattina siamo entrati in azione in sei nazioni europee - Belgio, Svizzera, Svezia, Francia, Spagna e Paesi Bassi – per chiedere ai governi UE di non investire più su reattori nucleari ormai vecchi e pericolosi e puntare su fonti di energia...

Unione Europea boccia gli aiuti di stato per l'energia nucleare

News | 11 ottobre, 2013 a 16:19

Bruxelles - Lo scorso 8 Ottobre la Commissione Europea ha discusso sulla revisione della Commissione Energia e sulle linee guida da adottare per gli aiuti ambientali che forniscono il quadro di misure per gli stati nazionali. Tra i temi più...

Enel: stop all'autorizzazione per il completamento della centrale nucleare in Slovacchia

News | 22 agosto, 2013 a 14:56

La Corte Suprema slovacca, accogliendo il ricorso presentato da Greenpeace, ha annullato la decisione dell'Autorità di regolamentazione nucleare, che è servita come base per una delle autorizzazioni essenziali per il completamento delle unità 3 e...

Francia. Irruzione nella centrale nucleare di Tricastin

News | 15 luglio, 2013 a 16:45

"Incidente nucleare a Tricastin. François Hollande: Presidente della catastrofe?" e poi "Disposto a pagare il prezzo?". Sono i messaggi che gli attivisti di Greenpeace Francia hanno proiettato stamattina sulla centrale nucleare Edf di Tricastin,...

1 - 10 di 159 risultati.

Categorie
Tag