Killer silenziosi

L’impatto sanitario delle centrali a carbone europee

Pubblicazione - 12 giugno, 2013
Le centrali a carbone sono killer silenziosi. Distribuite in tutta Europa, emettono milioni di tonnellate di gas tossici e polveri. I prodotti di queste emissioni penetrano nei polmoni e nel sangue delle persone e concorrono all’insorgenza (o ne amplificano la portata) di patologie respiratorie, attacchi d’asma, attacchi cardiaci, cancro ai polmoni e altre malattie. Benché non leggerete mai di una sola singola morte certificata per “inquinamento atmosferico”, l’aria che respiriamo può causare danni reali e gravi e può uccidere.

In questa pubblicazione esponiamo l'impatto sanitario e ambientale delle centrali a carbone attualmente operative in Europa e analizziamo gli impatti di quelle in costruzione o progettazione. Tutti i dati sono tratti da un'indagine realizzata su nostra commissione dall'Università di Stoccarda.

Leggi "Killer silenziosi"

Leggi la scheda "Le centrali a carbone killer silenziosi"

Categorie