Want to do more?
#SaliABordo Volontariato e Attivismo

Se vuoi davvero cambiare il mondo, questo è un buon punto da cui partire!

Partecipa ×
Con costumi da ape, i nostri volontari hanno inscenato le api costrette a lasciare il loro habitat naturale per colpa dei pesticidi che mettono a rischio la loro sopravvivenza.

I nostri volontari hanno organizzato oggi attività di sensibilizzazione in 21 città italiane per chiedere il bando dei pesticidi dannosi per api, e investimenti in pratiche agricole sostenibili. GUARDA TUTTE LE FOTO 

Indossando dei costumi da ape, e inscenando la fuga delle api a causa dei pesticidi dannosi che distruggono il loro habitat naturale, i nostri volontari hanno voluto richiamare l’attenzione su un problema che riguarda anche tutti noi: senza api, non c’è cibo e non c’è futuro!

Il 17 e 18 maggio prossimi l’Italia e gli altri Paesi dell’Unione europea discuteranno la messa al bando definitiva di tre insetticidi neonicotinoidi: imidacloprid e clothianidin della Bayer, e thiamethoxam della Syngenta.
Nel 2013 l’Unione europea ha limitato sia gli usi di imidacloprid, clothianidin e thiamethoxam, a causa del rischio elevato per le api, sia il trattamento delle sementi di mais, girasole, colza e cereali primaverili e l’irrorazione di una buona parte delle colture attrattive per le api, prima e durante la fioritura.
Tuttavia molti impieghi sono ancora autorizzati. Da allora, sono emerse sempre maggiori evidenze scientifiche sui danni che queste sostanze causano alle api ma anche a molte altre specie, tra cui farfalle, uccelli e insetti acquatici.

Chiediamo al ministro Martina di vietare i pesticidi più dannosi per api e impollinatori! E con noi lo chiedono più di centomila persone che hanno già firmato il nostro appello.

Continueremo questa battaglia fino a che queste sostanze non saranno completamente bandite. FIRMA ORA!